RIPARTIRE SUBITO

 di Giovanni Cimino Twitter:   articolo letto 489 volte
© foto di Sarah Furnari/TuttoLegaPro.com
RIPARTIRE SUBITO

Parola d'ordine ripartire. La Reggina riflette sul doppio passo falso di fila, ma l'analisi deve essere scevra da eccessivi allarmismi e da repentini cambi d'umore, anche in generale, da parte del tifo e da parte dell'opinione pubblica. Può capitare di dover cercare la quadratura del cerchio, l'importante è provare a restare sempre sul pezzo. E' suonato il campanellino che avverte di una serie di problematiche, non di certo la sirena che preannuncia un qualche ostacolo di grosse proporzioni.

E' un campionato equilibrato, livellato e complicato, era importante prendere consapevolezza del proprio ruolo, pur con tutte le difficoltà legate alla situazioni infortunati, specialmente quelli dell'attacco, guarda caso il reparto finito sotto la lente d'ingrandimento delle osservazioni critiche.

 

PROBLEMA FISICO? - Di certo, lo staff tecnico dovrà fare il punto della situazione sulla componente atletica. Contro il Cosenza e il Trapani, questo aspetto è oggettivamente venuto meno, di fatto annullando una delle caratteristiche tanto amate da Maurizi, l'aggressività e la corsa costante. Il fatto di aver giocato gare ravvicinate ha "accelerato" le difficoltà di qualche calciatore? Possibile. Di certo va compresa la condizione atletica complessiva del gruppo, le prossime sfide, cobntro squadre già in forma, sapranno dire di più.

 

FIDELIS PERO' E' GIA' CROCEVIA - La gara di sabato contro la Fidelis Andria è il classico trappolone di un campionato che non può fare dormire sonni tranquilli. La squadra pugliese non ha iniziato bene la stagione e vorrebbe fare lo sgambetto alla Reggina. Oltretutto, è un team solido, pratico, concreto, anche se probabilmente non ancora come vorrebbero dalle parti del BAT. La Reggina deve assolutamente fare punti, perché poi il ciclo di gare che condurranno alla sosta dell'11 novembre, sarà davvero impegnativo, con Monopoli e Casertana fuori casa, Catania e Siracusa al Granillo. Ma nessuno sottovaluti questo Andria...

 

COMPONENTE PSICOLOGICA - Di certo, questa Reggina ha bisogno un pò più di coraggio. Impossibile gettarsi via dopo un gol subito o dopo una qualsiasi avversità. Troppe volte è capitato in questo campionato, anche in gara poi concluse con un risultato utile. In questo caso, tocca a Maurizi dare un impulso alla squadra e correggere questo piccolo "male" silenzioso che rischia, a lungo andare, di pesare.