GIACCHETTA - «Stiamo ricostruendo la Reggina, ci vuole tempo». «Mercato? Uno per reparto e siamo apposto. Armellino alla Cremonese»

31.07.2013 15:48 di Redazione Tuttoreggina Twitter:    Vedi letture
© foto di Federico De Luca
GIACCHETTA - «Stiamo ricostruendo la Reggina, ci vuole tempo». «Mercato? Uno per reparto e siamo apposto. Armellino alla Cremonese»

Il responsabile dell'area tecnica, Simone Giacchetta, è intervenuto a Diretta Studio, sulle frequenze di Radio Gamma No Stop. Tanti i temi toccati.

Seconda parte di precampionato, si va a "casa Giacchetta: «Spero che la Reggina stia bene a Fabriano e che la città possa aiutare la preparazione della squadra. C'era la volontà di fare una seconda fase di ritiro, in accordo con l'allenatore. Volevamo una cittadina con clima analogo a quelle delle città umbre e abbiamo trovato Fabriano, che ha buone strutture. E' certamente un'occasione importante per la cittadina marchigiana, che ha buoni trascorsi sportivi e ci saranno in tanti a seguire i nostri allenamenti».

Giacchetta tocca vari temi di calciomercato: «Dopo il primo periodo di ritiro e in base alle valutazioni fatte con l'allenatore, abbiamo deciso di dare ad Armellino questa opportunità di Cremona. Probabilmente, cerchiamo diverse caratteristiche per la nostra mediana. Il ragazzo ha accettato ben volentieri la destinazione. Pavoletti? A me piace molto, siamo stati i primi a chiederlo l'anno scorso. Ora c'è un'asta incredibile nei suoi confronti e noi non partecipiamo ad aste».

Sui prossimi arrivi, Giacchetta è abbastanza chiaro: «Ad oggi, ci sono più di 5 o 6 titolari in rosa, magari ne manca uno per reparto. Nicolas Viola? Abbiamo dato la nostra metà alla Ternana. E' stata una scelta per far andare a giocare il ragazzo. Camilleri? E' un giocatore della Reggina e ci aspettiamo tanto da lui, visto che ha tantissime potenzialità. Le altre cessioni? Quelli fuori rosa hanno ricevuto proposte sopratutto dalla Seconda Divisione. Molti di loro, sono giocatori validi per la Lega Pro e qualcuno per la serie B...».

Su quelli invece già arruolati, dice: «Caballero ed Ipsa hanno l'età giusta per fare bene. Ipsa ha già fatto confronti internazionali, è un difensore muscolare, ha buone potenzialità. Caballero è un peso piuma, capace di giocare esterno o in mezzo al campo, tecnico, veloce di piede. Ci fa piacere che entrambi hanno dato massima disponibilità a calarsi in questa avventura, hanno grande entusiasmo».

Giacchetta prefigura un "anno-zero" per la Reggina, che ancora soffre problematiche economiche: «Rispetto a tre anni fa, Atzori disponeva di una squadra importante e oggi c'è da rifare un gruppo, con l'aiuto di tutto l'ambiente. La Reggina deve riprendersi dalle batoste economiche della retrocessione e del primo anno di B. Ci vuole un pò di tempo. Stiamo affrontando il periodo più difficile della storia della Reggina, unito ad una situazione economica generale disastrosa».