SERIE C - Qui Fidelis Andria: "Non sono state ripianate le perdite", l'allarme di uno dei soci del club

08.06.2018 20:17 di Redazione Tuttoreggina Twitter:   articolo letto 596 volte
© foto di Giuseppe Scialla
SERIE C - Qui Fidelis Andria: "Non sono state ripianate le perdite", l'allarme di uno dei soci del club

Problemi ad Andria. Uno dei soci (di minoranza) del club pugliese, ha sottolineato che non è stata ancora versata la somma per ripianare le perdite del club, realtive all'ultima stagione calcistica, e che dunque bisogna cercare di far fronte agli impegni prepedeutici all'iscrizione al prossimo campionato di serie C.

Ecco il comunicato del socio Francesco Lotito:

Il 17/05/2018 è stato depositato al Registro Imprese di Bari il Bilancio al 30/06/2017 della S.S. FIDELIS ANDRIA 1928 srl; chiunque fosse interessato può chiederne copia e rendersi conto della situazione patrimoniale ed economica della società: in particolare, al rigo 21 del Conto Economico è possibile visualizzare il dato della perdita dell’esercizio che, secondo le prescrizioni del Sistema Licenze Nazionali 2018/2019 (Comunicato Ufficiale FIGC del 25/05/2018) entro il 06/07/2018 deve essere integralmente ripianata (oltre a ripristinare il capitale sociale minimo) per consentire l’iscrizione della Fidelis al prossimo campionato di Serie C.

Il 18/05/2018 si è riunita l’assemblea dei soci della SS FIDELIS ANDRIA 1928 srl: presenti Montemurro Francesco Paolo in rappresentanza della Montemurro Holding (90% del capitale sociale Fidelis), Francesco Lotito (5%) e l’amministratore unico Sebastiano Acquaviva, assente Francesco Fiore (5%); in tale occasione Montemurro si è dichiarato disposto a coprire “a breve” le perdite di esercizio in percentuale alle quote detenute; so per certo, inoltre, che i sig.ri Vito Ippedico e Vincenzo Todaro si sono resi disponibili ad acquisire quote sociali della Fidelis dalla Montemurro Holding per poi partecipare finanziariamente alla ricapitalizzazione urgente e necessaria.

Ad oggi 08/06/2018 nessun versamento risulta effettuato nelle casse della Fidelis, nonostante siano decorsi più di 20 giorni dall’assemblea e ne manchino meno di 20 alla formalizzazione dell’iscrizione della Fidelis al prossimo campionato (prima ancora della data limite rappresentata dal 6 luglio, infatti, sono previsti numerosi e complessi adempimenti da porre in essere tra il 12 ed il 26 giugno 2018).

Poiché la Fidelis Andria è patrimonio di tutta la città, reputo in questo momento urgente che sia consentito di farsi avanti senza remore e/o condizionamenti di sorta a chi è in grado di dare concretamente una mano alla società: se il socio di maggioranza ha intenzione di mantenere l’impegno assunto nell’assemblea del 18 maggio lo faccia senza ritardo per permettere agli altri di fare altrettanto; se ha intenzione di mantenere tale impegno solo parzialmente o, peggio, di non mantenerlo affatto, lo dica chiaramente affinché si possano trovare per tempo soluzioni alternative!"