SERIE C - Qui Cosenza, il sindaco Occhiuto presenta i punti cardine del nuovo progetto stadio: "Una bomboniera al centro del villaggio"

 di Redazione Tuttoreggina Twitter:   articolo letto 584 volte
© foto di Andrea Rosito/Cosenza24.net
SERIE C - Qui Cosenza, il sindaco Occhiuto presenta i punti cardine del nuovo progetto stadio: "Una bomboniera al centro del villaggio"

Cosenza potrebbe presto avere il suo nuovo stadio, anzi, per meglio dire, una sorta di Cittadella dello Sport e non solo, all'avanguardia.

Il sindaco Occhiuto ha reso noto, tramite un post su Facebook, i punti focali del progetto davvero innovativo:

La Società B Futura della Lega B incaricata dello studio di fattibilità del nuovo Stadio Marulla e della riqualificazione di tutti gli impianti sportivi di Cosenza che formeranno la cosiddetta Città dello Sport, ci ha comunicato i primi dati analitici provvisori.

Le analisi condotte su un campione rappresentativo del territorio hanno determinato un forte interesse nella riqualificazione dell’impianto in uno stadio di nuova generazione UEFA 4 che potrà ospitare oltre il cosenza Calcio anche le partite della nazionale.

Lo Stadio sarà sicuramente più piccolo dell’attuale ma di grandissima qualità, consentendo a tutti i cittadini di godere di uno spettacolo in sicurezza e pieno comfort. Non solo per i tifosi più caldi ma adatto anche alle famiglie, alle donne e bambini, alle aziende del territorio e ai turisti. Una vera e propria bomboniera nel panorama europeo delle infrastrutture sportive.

Vi saranno alcune metrature commerciali a supporto per consentire il finanziamento dell’opera, che avrà comunque una forte impronta sportiva. Un progetto che sia ecosostenibile e che contribuirà a portare numerosi posti di lavoro alla città.

Più in dettaglio. 
Sulla base delle analisi sulle esigenze dei tifosi e del territorio, si sta pensando ad un concept che comprenda uno stadio bomboniera di categoria Uefa4 (che può ospitare dunque tutte le partite della nazionale, come per esempio le qualificazioni ai mondiali/europei) di circa 10.000/12.000 posti, con la possibilità di aumentare la capienza a 16.000 in caso di promozione in serie A.

Una capienza subito da 16.000 posti oltre a pesare in maniera importante sui costi di sviluppo, comporterebbe il rischio di avere lo stadio mezzo vuoto, non contribuendo alla qualità dell’atmosfera da stadio che uno stadio nuovo dovrebbe avere. (A Crotone, in serie A, sono riusciti a riempire lo stadio solo per Crotone Juve, invece con Inter milan e Napoli erano disponibili varie migliaia di posti nonostante fossero partite di cartello). Certo la qualità dello stadio attuale di Crotone non è comparabile a quella a cui si aspira per Cosenza che sarebbe molto superiore in termini di confort e fruibilità.

Le aree ospitalità dovrebbero prevedere circa 8 skyboxes (eventualmente espandibili come numero) e circa 750 posti corporate e vip.

A supporto dello stadio l’idea è di avere circa 9.000 mq di aree commerciali così suddivise.
- Un Decatlon di 4000 mq (ma ancora non è certo).
- circa 1500 mq di aree ristorate
- 500 mq di servizi
- 3000 mq di negozi di medie superfici (abbigliamento, scarpe, etc)

A questi si potrebbe aggiungere un Brico/Casalinghi, il cinema multiplex ed eventualmente Hotel più centro medico sportivo di riabilitazione (ancora in fase di valutazione). Skate park. Arena per piccoli eventi (come il Notre Dame de Paris da 2000 posti).

Per quel che riguarda invece i grandi concerti uno stadio da 10.000 posti può consentire concerti fino a 18.000 spettatori, uno da 16.000 può arrivare anche a 22.000 posti. Dipende dalla configurazione che sarà allestita in base alla domanda dei promoters. Sicuramente l’obiettivo è quello di attrarre i concerti che attualmente sono in altre strutture in Calabria, e consentire la presenza anche artisti che magari fanno più presenze.

Tutto questo è però ancora in fase di studio. Per inizio settembre potrebbero esserci cambiamenti e integrazioni di alcuni aspetti del concept.

Realizzeremo la nostra Città dello Sport lungo tutto il Viale Magna Grecia con riqualificazione delle aree verdi e degli argini del fiume Campagnano.

Cosenza sarà all'avanguardia in Europa anche per queste opere legate allo sport e al benessere dei cittadini.