SERIE C GIRONE C - I provvedimenti del Giudice Sportivo dopo la ventinovesima giornata: niente Catania-Reggina per Lodi. Un turno a Iossa

13.03.2018 18:25 di Redazione Tuttoreggina Twitter:   articolo letto 457 volte
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
SERIE C GIRONE C - I provvedimenti del Giudice Sportivo dopo la ventinovesima giornata: niente Catania-Reggina per Lodi. Un turno a Iossa

Ecco tutti i provvedimenti del Giudice Sportivo dopo le gare della ventinovesima giornata del girone C della serie C:

PROVVEDIMENTI VERSO CALCIATORI:

Due giornate di stop: Talamo (Paganese), Vasco (Racing Fondi), La Camera (Reggina)

Una giornata di stop: Lodi (Catania), Bacchetti (Monopoli), Dermaku (Cosenza), Lancini (Fidelis Andria), Evacuo (Trapani), De Martino, Vastola (Racing Fondi), Blaze (Rende)

Ottavo giallo per Bianchimano, terzo giallo per Cucchietti, Castiglia e Tulissi, primo giallo per Armeno

 

PROVVEDIMENTI VERSO ALLENATORI e DIRIGENTI:

INIBIZIONE A SVOLGERE OGNI ATTIVITA’ IN SENO ALLA F.I.G.C. A RICOPRIRE CARICHE FEDERALI ED A RAPPRESENTARE LA SOCIETA’ NELL’AMBITO FEDERALE A TUTTO 23 MARZO 2018 per Meluso (ds Lecce)

INIBIZIONE A SVOLGERE OGNI ATTIVITA’ IN SENO ALLA F.I.G.C. A RICOPRIRE CARICHE FEDERALI ED A RAPPRESENTARE LA SOCIETA’ NELL’AMBITO FEDERALE A TUTTO 23 MARZO 2018 per Sticchi Damiani (pres.Lecce)

Tre giornate di stop: Braglia (all.Cosenza)

Due giornate di stop e ammenda di 500 euro: Cantarelli (coll. tecnico Lecce)

Una giornata di stop: Iossa (tm Reggina)

 

PROVVEDIMENTI VERSO SOCIETA':

Ammenda di 1500 euro per il LECCE "perché propri sostenitori durante la gara intonavano cori offensivi verso l'istituzione calcistica; i medesimi introducevano e accendevano nel proprio settore due fumogeni uno dei quali veniva lanciato sul terreno di gioco, senza conseguenze".