SERIE C - Catania, ci risiamo, il presidente del Potenza: "La Lega e la FIGC ci devono garantire gara regolare al ritorno"

20.05.2019 09:32 di Redazione Tuttoreggina Twitter:    Vedi letture
© foto di Salvatore Colucci/TuttoPotenza.com
SERIE C - Catania, ci risiamo, il presidente del Potenza: "La Lega e la FIGC ci devono garantire gara regolare al ritorno"

A pensar male si fa peccato... . Il presidente del Potenza, Caiata, si sfoga contro la direzione arbitrale della sfida contro il Catania di ieri:

"Ho rispetto per Catania, i tifosi e tutti, ma non è possibile vedere certe cose. Uscire dal campo sotto i cori "Ladri, ladri", non è sport e non è calcio. Non ammonire nessuno del Catania per timore, dopo due minuti il pugno di Aya su Lescano, Marotta con le mani in faccia ai nostri giocatori.... Non ci sono proprio le condizioni".

Rincara la dose Caiata: "O la Lega, la FIGC e l'AIA ci garantiscono regolarità alla gara di Catania... oppure faremo con la Viterbese e andremo con la Berretti. Voglio andare a giocare partite di calcio, l'equità deve esserre garantita. Se perdo sul campo stringo la mano al mio avversario, ma così no. Al 91' c'è un rigore netto come una casa, lo hanno visto in tutta Italia ma non l'arbitro e i guardalinee. C'era un grande clima di festa, rovinato da un arbitraggio che non è stato all'altezza della situazione. non è possibile non ammonire nessun giocatore di una squadra che ha fatto falli dal 1' al 90'... . Non è giusto! Le telecamere tv non fanno vedere tutto, ci sono state manate, gomitate e tutto".

Sulla gara di ritorno: "La mia squadra è stata all'altezza, possiamo andare lì e vincere tranquillamente. Abbiamo molta rabbia, chiaramente dobbiamo andare lì e vincere".