CASO VIBONESE - Mancata riammissione serie C 2017-2018, il 19 novembre udienza al Collegio di Garanzia del CONI su decisione Corte Federale: rossoblù avanti verso risarcimento danni

08.11.2018 15:45 di Redazione Tuttoreggina Twitter:   articolo letto 463 volte
© foto di Antonio Abbate/TuttoLegaPro.com
CASO VIBONESE - Mancata riammissione serie C 2017-2018, il 19 novembre udienza al Collegio di Garanzia del CONI su decisione Corte Federale: rossoblù avanti verso risarcimento danni

Continua la battaglia legale della Vibonese, che dopo aver avuto ragione dalla Corte Federale d'Appello in merito alla questione della riammissione in serie C, a causa della mancanza di fidejussione dell'ACR Messina, stagione 2016-2017. LA FIGC ha presentato ricorso al Collegio di Garanzia contro la sentenza del secondo grado, anche perché si tratta dell'ultimo ostacolo prima della sostanziosa richiesta di risarcimento danni che il club calabrese è intenzionato a chiedere. In pratica, la Corte ha stabilito che la Vibonese aveva diritto a partecipare alla serie C 2017-2018.

Ecco il dispositivo del Coni in merito:

Il Presidente della Prima Sezione del Collegio di Garanzia, prof. Sanino, ha comunicato la data della prossima sessione di udienze, da lui presieduta, per il 19 novembre 2018, a partire dalle ore 14.00.

In quella occasione saranno trattati:

1) ricorso presentato il 18 settembre 2018 dalla Federazione Italiana Giuoco Calcio (FIGC) contro l'U.S. Vibonese Calcio S.r.l. e nei confronti della Lega Italiana Calcio Professionistico (Lega Pro), nonché della A.C.R. Messina S.r.l., per l’annullamento della decisione della Corte Federale d'Appello FIGC, di cui al C.U. n. 20/CFA del 20 agosto 2018, che, in accoglimento del gravame proposto dalla Vibonese, ha annullato la decisione del Giudice di primo grado endofederale e ha disposto il posizionamento della società A.C.R. Messina all'ultimo posto in classifica del campionato di Lega Pro, girone C, nella stagione sportiva 2016/2017

DA RIUNIRSI CON:

2) ricorso presentato il 20 settembre 2018 dalla Lega Italiana Calcio Professionistico (Lega Pro) contro la U.S. Vibonese Calcio s.r.l. e nei confronti della Federazione Italiana Giuoco Calcio (FIGC), nonché della società A.C.R. Messina, per l'annullamento della decisione della Corte Federale d'Appello FIGC, di cui al C.U. n. 020/CFA del 20 agosto 2018, che, in accoglimento del gravame proposto dalla Vibonese, ha disposto il posizionamento della società ACR Messina all'ultimo posto in classifica del campionato di Lega Pro, girone C, nella stagione sportiva 2016/2017