CALCIO CAOS - Oggi il Matera chiude? Attesa per la decisione della FIGC. Il presidente Lamberti attacca: "Iscrizione irregolare, ne risponderanno Gravina e Ghirelli"

06.02.2019 13:08 di Redazione Tuttoreggina Twitter:    Vedi letture
© foto di Giuseppe Scialla
CALCIO CAOS - Oggi il Matera chiude? Attesa per la decisione della FIGC. Il presidente Lamberti attacca: "Iscrizione irregolare, ne risponderanno Gravina e Ghirelli"

E' il giorno della verità per il Matera Calcio, che oggi potrebbe subire la revoca dell'affiliazione e dunque l'esclusione dal campionato. Su Gazzetta dello Sport ci sono le ultime da casa biancoazzurra:

"E’ il giorno della verità per il Matera Calcio. Oggi, il presidente federale Gravina si pronuncerà sull’esclusione del club biancazzurro dal campionato di serie C, e chiuderà l’iter già avviato di revoca di affiliazione alla Figc. Il popolo materano attende tra scoramento e rassegnazione la fine di questa lenta agonia e scruta il futuro con la speranza sbuchi un progetto serio e che abbia a cuore le sorti del calcio nella città dei Sassi.

PARLA LAMBERTI Da parte sua, il presidente Rosario Lamberti, ultimo ad arrendersi, si dichiara pronto ad intraprendere una battaglia legale a suon di ricorsi. «Ora il presidente Gravina probabilmente annuncerà la fine dell’attività sportiva del Matera Calcio, ma la squadra non doveva essere iscritta al campionato, e di questo dovranno rispondere Gravina e Ghirelli», ha affermato il massimo dirigente, annunciando poi che tutelerà l’immagine del Matera e sua personale attraverso i tribunali di Matera, Firenze, Avellino e Roma, ma anche che sosterrà la causa dell’Aprilia, che ad inizio stagione aveva chiesto il ripescaggio al posto del Matera, non ritenuta idonea ad iscriversi al campionato. «Ho perso solo soldi e tempo – ha aggiunto Lamberti -, la precedente gestione non aveva presentato il documento contabile e noi avevamo il conto corrente bloccato e condizionato dai pignoramenti; per questo i giocatori hanno scioperato, in quanto non percepivano lo stipendio. Da parte mia, avevo individuato una soluzione, ovvero girare agli atleti i crediti che il club vanta con la Lega e che sono attualmente bloccati. La risposta? Un secco no, e ho dovuto far giocare la Berretti».

SCENARI Se il presidente resta battagliero, pur nella consapevolezza che la spina sarà staccata, la piazza vuole guardare avanti con fiducia e speranza che si possa tornare a fare calcio a livello professionistico. In città si spargono le voci più disparate su nuovi potenziali imprenditori interessati ad investire nel pallone. Si è parlato della società Italcementi, già in passato vicina al mondo dello sport, ma che ieri ha smentito qualsiasi interesse. C’è poi un gruppo che sta acquisendo la seconda squadra materana, il Città dei Sassi, di prima categoria, e che mirerebbe ad un titolo sportivo e ripartire dalla D".