CALCIO CAOS - Giorgetti a Corriere dello Sport: "Programma di Gravina ambizioso: ci vorrebbero venticinque anni... . La Lega Pro così come concepita è insostenibile"

11.10.2018 11:05 di Redazione Tuttoreggina Twitter:   articolo letto 333 volte
CALCIO CAOS - Giorgetti a Corriere dello Sport: "Programma di Gravina ambizioso: ci vorrebbero venticinque anni... . La Lega Pro così come concepita è insostenibile"

Il sottosegretario alla presidente del Consiglio, con delega allo sport, Giancarlo Giorgetti, intervistato da Corriere dello Sport, ha toccato tanti temi dell'attualità calcistica:

"Non mi sembra normale che il calcio italiano esprima un candidato unico alla poltrona di numero uno della Federcalcio. Servirebbero delle inchieste. Ho parlato con Gravina, mi ha spiegato che vuole cambiare, ha un programma ambizioso, ma per fare metà delle cose inserite nel programma ci vogliono venticinque anni. Lui ha capito che siamo all'anno zero, che servono facce nuove: ha carta bianca e campo libero, conosce le mie idee".

Riforme che a livello di calcio Prof devono partire dalla Lega Pro: "Così come è concepita non ha ragione di esistere, non può funzionare, non è sostenibile. E non è solo una questione economica, ma di etica e moralità".

Sull'intervento del Governo con il decreto legge Salvini e il relativo articolo 41 ("il TAR è l'organo che deve derimere le questioni sulle iscrizioni ai campionati Prof"), Giorgetti dice: "Non si poteva andare avanti con un'infinità di passaggi inutili, ricorsi e sentenze annullate. Se il calcio italiano fosse stato in grado di garantire regolarità e moralità ai campionati, nessuno sarebbe intervenuto. La 41 è l'unico modo per assicurare una decisione in tempi certi come si conviene ad un Paese civile. Siamo gli unici ad avere campionati a 19 squadre, roba da tornei aziendali, anche il Coni ha preso atto della situazione".