VERSO REGGINA-BISCEGLIE - Il tecnico Vanoli: "Rispetto di tutti, paura di nessuno"

07.09.2019 13:30 di Redazione Tuttoreggina Twitter:    Vedi letture
© foto di Giuseppe Scialla
VERSO REGGINA-BISCEGLIE - Il tecnico Vanoli: "Rispetto di tutti, paura di nessuno"

Rodolfo Vanoli, tecnico del Bisceglie, è intervenuto in conferenza stampa per presentare la gara di domani al Granillo di Reggio Calabria:

"Stiamo lavorando tanto per crescere, i ragazzi sono davvero eccezionali. Sarà una partita molto difficile, c'è la componente del fattore ambientale del Granillo, ma avremo i nostri tifosi al seguito e questo è molto importante per noi".

Sulle ambizioni neroazzurre: "Non alziamo alcuna asticella. Dobbiamo avere un unico pensiero, siamo partiti in ritardo e facendo grandi sacrifici, non pensiamo a cose che ci riguardano. Ci sono 30 ragazzi pronti a lottare, la gente ha capito che se si vuole battere il Bisceglie devono essere più bravi di noi, questi ragazzi stanno dando tutto e se lavoriamo con serenità possiamo arrivare a fare cose importanti, se mettiamo pressione facciamo del male a questa squadra".

Sui nuovi: "Sono tutti arrivati in ottime condizioni, ovviamente manca ancora il ritmo partita. Ma più in generale tutto il collettivo sta facendo bene".

Sul cammino dei suoi: "Ero più preoccupato per la prima di campionato che per la seconda, la prima era un test. Ora dobbiamo solo crescere in condizione e personalità, chi vuole giocare a grandi livelli non deve avere paura di andare a giocare in stadi come quello del Granillo, ma anzi uno stimolo".

Sulla gara di domani: "Non possiamo affrontare la Reggina come fatto con il Catanzaro, ma non per una differenza di forza o di valori, ma semplicemente perché gli interpreti sono diversi e il sistema di gioco è diverso. Noi dobbiamo avere rispetto di tutti, ma paura di nessuno, sarà poi il campo a dare le risposte".

Sugli ex: "Ungaro titolare? Ci stiamo pensando, valutiamo. Lui viene da due infortuni che lo hanno penalizzato in fase di preparazione, ma a volte conta più la testa che le gambe. Tutti e tre gli ex saranno della partita".

Sulla Reggina: "Affronteremo una squadra che vorrà fare la partita, magari cambieranno anche qualche interprete, ma le nostre motivazioni sono alla pari dello loro. Noi andiamo a giocarci la nostra partita, se poi sono più bravi di noi complimenti a loro. Noi per portare a casa il risultato dobbiamo fare qualcosa di straordinario, ma non abbiamo paura di affrontare una compagine forte, che pratica un calcio offensivo".