REGGINA-VIBONESE - Cevoli nel post-gara: "Buona prova, risposte soddisfacenti"

12.08.2018 22:56 di Redazione Tuttoreggina Twitter:   articolo letto 1448 volte
REGGINA-VIBONESE - Cevoli nel post-gara: "Buona prova, risposte soddisfacenti"

Roberto Cevoli, tecnico della Reggina, ha parlato in sla stampa dopo il pari casalingo contro la Vibonese:

"Primo tempo bene, nella ripresa il gioco è stato più spezzettato e allor abbiamo sofferto un pò. Sono contento del gioco, mi aspettavo qualche difficoltà, visto che lavoriamo insieme da un mese. I ragazzi hanno provato a mettere tutto ciò che avevano. Probabilmente ci è mancato il gol nel primo tempo, poteva essere un'altra partita".

Sulla corsia di destra: "Abbiamo lavorato molto bene anche a sinistra, sopratutto nel primo tempo, abbiamo fatto buone giocate e abbiamo fatto parecchi cross. Siamo mancati sull'attacco alla porta, sopratutto da parte degli esterni, ci stiamo lavorando e serve tempo".

Sugli errori: "Abbiamo concesso molto solo per errori nostri, ma alla fine abbiamo creato occasioni importanti, serve finalizzare".

Su Maritato: "Nel primo tempo si è sempre fatto trovare pronto, abbiamo sviluppato buone occasioni, gli è mancata la fortuna nelle conclusioni, ma insistendo così i gol arriveranno".

Sul cambio tattico nel finale: "Devo chiedere scusa ai ragazzi perché non avevo mai provato il 4-2-3-1, ma si sono mossi bene e ho avuto risposte soddisfacenti".

Sul terreno del Granillo: "Il campo non ci aiuta, la speranza è quella che quando torneremo a giocare il terreno sia in migliori condizioni. Noi vogliamo sempre giocare palla a terra".

Sui miglioramenti da fare: "Petermann è arrivato dopo degli altri, ha bisogno di trovare la forma fisica migliore.  Necessita di più tempo. E' uscito per precauzione, nei giorni scorsi ha avuto un problemino al quadricipide".

Sugli esterni: "Dobbiamo lavorare da squadra, a partire dagli esterni e per seguire ai centrocampisti. Chiaramente ci vuole un pò di tempo per continuare a lavorare. Dalle risposte che ho avuto stasera sono soddisfatto".

Sulla Coppa: "Io ho sempre pensato che fuori casa si abbiano più possibilità di vincere le partite, perché le squadre si sbilanciano di più. Dobbiamo andare a Siracusa a vincere, non mi sembra una cosa così improbabile".

Sul ritorno al Granillo: "Sono fortunato ad essere qui, voglio dare soddisfazioni alla proprietà, al direttore e ai tifosi"