Reggina: la salvezza non è impossibile

16.04.2018 19:07 di Redazione Tuttoreggina Twitter:   articolo letto 1092 volte
Reggina: la salvezza non è impossibile

Il campionato di Serie C sta ufficialmente entrando nella sua fase decisiva. 

Mancano da disputare le ultime tre giornate e, per forza di cose, queste porteranno all’ottenimento dei verdetti di un campionato che, come più volte è accaduto nel corso degli ultimi anni, non ha spiccato per contenuti tecnici, tattici ed agonistici.

Al momento, la Reggina necessita di quattro (anche se con buona probabilità ne basteranno tre) punti per riuscire a raggiungere la salvezza senza dover passare dai play out. Ad attendere la formazione ci sono quattro importanti sfide che, nel girone d’andata, hanno fatto sprofondare la squadra in un tunnel che sembrava quasi senza uscita e che hanno portato alla rivoluzione di gennaio, soprattutto in seguito ai malumori emersi all’interno dello spogliatoio.

Inoltre, la Reggina rischia di essere nei guai per alcune mancanze che sono piuttosto strane ed inconsuete come, ad esempio, le sette sconfitte subite tra le mura casalinghe oppure il fatto di essere tra le poche formazioni ad aver perso con l’Akragas. In aggiunta, tra le varie mancanze di questa squadra, vi è anche quella di aver vissuto un periodo omologo nel girone d’andata.

Appare, dunque, chiaro che sarà importantissimo evitare in ogni modo di emulare questi risultati per sperare nella salvezza.

La permanenza della Reggina in Serie C non sembrerebbe un’impresa impossibile e si può scommettere su questa eventualità anche utilizzando la promozione codicebonus.eu.

Come dicevamo, una scommessa non impossibile: per riuscire a superare se stessa rispetto al girone d’andata, infatti, la Reggina dovrà fare di più proprio nella fase che sta per arrivare.

L’unico inconveniente, per il momento, sta nell’infortunio di Andrea Bianchimano. Il capocannoniere amaranto è stato fermato nel corso dell’ultima sfida di campionato da un infortunio di tipo muscolare.
Il medico sociale della squadra, Pasquale Favasuli, ha così spiegato le condizioni del numero 9: "Abbiamo sottoposto Andrea ad alcuni accertamenti e abbiamo riscontrato una distrazione di primo grado al muscolo retto-femorale. Inizieremo la fase di riabilitazione e valuteremo le migliori terapie. Tempi di recupero? Serve prudenza, dobbiamo verificare giorno dopo giorno".

Fortunatamente sembrerebbe una lesione meno grave rispetto a quanto temuto, ma per questi tipi di infortuni potrebbero occorrere, se tutto procede per il meglio, almeno due settimane di stop. Si tratta decisamente di una brutta tegola per Agenore Maurizi in una fase così delicata del campionato.