Messina nell'incubo: l'ACR Messina si riprende il marchio storico. "Due Messina" sono realtà

13.06.2019 21:42 di Redazione Tuttoreggina Twitter:    Vedi letture
© foto di Sarah Furnari/TuttoLegaPro.com
Messina nell'incubo: l'ACR Messina si riprende il marchio storico. "Due Messina" sono realtà

Un vero e proprio incubo. Il calcio a Messina sta toccando il punto più paradossale e forse inaspettato. Reggio Calabria è stato quasi un laboratorio in tal senso, con le iniziative sinistre e maldestre dietro le quinte per dare un'alternativa alla vera e unica Reggina, nata dalle ceneri della Reggina Calcio nell'estate del 2015.

Se però sulla sponda calabrese ci volevano propinare una Terza Categoria o magari qualche campionato interprovinciale, almeno a Messina la scelta è tra due team di serie D.

Come detto nei giorni scorsi, fallito l'accordo tra il Città di Messina e l'ACR Messina, il primo club citato ha trovato l'accordo con l'imprenditore Arena (a capo di una nota rete di supermercati) puntando al marchio dell'FC Messina di Franza, il secondo ha invece sparigliato il campo accordandosi con il Camaro, ma sopratutto proponendo alla piazza l'acquisizione dello storico marchio dell'ACR (Associazione Calcio Riunite) Messina.

Tornano in campo, con due entità diverse, il simbolo del team che ha calcato i campi della A e quello invece più caro ai tifosi storici. Un pasticcio che farà storia e epoca, il tutto probabilmente a discapito dei poveri tifosi giallorossi, costretti a vivere le beghe personali: pensare che tutto questo, in maniera più modesto e meno significante, era in programma anche a Reggio Calabria, fa davvero accapponare la pelle...