FIGC - Le nuove disposizioni per il rilascio delle fidejussioni: ecco le condizioni poste dalla Federcalcio

 di Redazione Tuttoreggina Twitter:   articolo letto 368 volte
© foto di Luigi Gasia
FIGC - Le nuove disposizioni per il rilascio delle fidejussioni: ecco le condizioni poste dalla Federcalcio

La FIGC ha voluto modificare le norme NOIF relative alle fidejussioni richieste per partecipare ai campionati Prof.

L'impresa che rilascaia la garanzia deve avere sede in Italia e essere soggetta al controllo dell'Autorità di Vigilanza Italiana.

Ecco il comunicato della Federcalcio:

Il Consiglio Federale, nella riunione del 4 agosto 2017; visti i Comunicati Ufficiali n. 165/A del 26 maggio 2017, n. 175/A del 31 maggio 2017 e n. 2/A del 4 luglio 2017; esaminate le proposte avanzate dai rappresentanti delle Leghe Professionistiche che, in tema di garanzie da rilasciarsi ai fini di quanto previsto dai punti 13) e 14) del Comunicato Ufficiale n. 165/A del 26 maggio 2017, hanno richiesto di stabilire che la polizza fideiussoria assicurativa debba essere rilasciata da impresa di assicurazione che risponda ai seguenti ulteriori requisiti:
a) avere sede stabile in Italia;
b) essere soggetta al controllo di solvibilità dell’Autorità di Vigilanza Italiana;
tenuto conto che le garanzie, richiamate dal citato Comunicato Ufficiale n. 165/A del 26 maggio 2017, hanno la finalità di garantire i rapporti privatistici tra le società associate alle varie Leghe nell’ambito della campagna trasferimenti dei calciatori; visto l’art. 27 dello Statuto Federale ha deliberato di modificare il Comunicato Ufficiale 165/A del 26 maggio 2017, come emendato dal Comunicato Ufficiale n. 2/A del 4 luglio 2017, nel modo seguente:

punto 14) Garanzie, lett. b), secondo alinea: 
Per le società di Serie B e di Lega Pro, la polizza fideiussoria assicurativa deve essere emessa da impresa di assicurazione iscritta nell’Albo IVASS ed autorizzata all’esercizio del ramo 15 (cauzioni) di cui all’art. 2, comma 3 del Codice delle assicurazioni private, con rating Baa2, se accertato da Moody’s o BBB se accertato da Standards & Poor’s o BBB se accertato da Fitch o rating di pari valore accertato da altre Agenzie globali. L’impresa di assicurazione deve avere sede stabile in Italia ed essere soggetta al controllo di solvibilità dell’Autorità di Vigilanza Italiana.