CALCIO CRACK - Caso Bari, l'azionista di maggioranza Giancaspro chiede i soldi: "Servono 3 milioni per ricapitalizzare"

12.07.2018 18:15 di Redazione Tuttoreggina Twitter:   articolo letto 574 volte
© foto di Dario Fico/TuttoSalernitana.com
CALCIO CRACK - Caso Bari, l'azionista di maggioranza Giancaspro chiede i soldi: "Servono 3 milioni per ricapitalizzare"

Situazione difficilissima a Bari.

Giorni caldissimi per l'FC, da tempo alle prese con le problematiche relative alla ricapitalizzazione per ripianare le perdite. Guerra a colpi di comunicati e tantissima confusione, ora l'azionista di maggioranza Giancaspro apre a nuovi interventi per mettere dentro il club i "€ 3.074.527,50=, con versamento contestuale della somma complessiva di € 2.999.527,50=, necessaria al ripianamento integrale della residua perdita ed alla liberazione del 25% del nuovo capitale sociale di € 100.000,00".

"Le sottoscrizioni anche individuali - si legge nel comunicato del club -  con un minimo di € 500.000,00=, dovranno pervenire via p.e.c., od essere consegnate a mani del legale rappresentante Dott. Cosmo Antonio Giancaspro e del responsabile dell’amministrazione Dott.ssa Antonella Indiveri, ed essere accompagnate dal contestuale versamento della quota sottoscritta, a mezzo assegno circolare intestato ad F.C. Bari 1908 S.p.a. o bonifico bancario su uno dei conti correnti intestati ad F.C. Bari 1908 S.p.a., con causale “sottoscrizione aumento di capitale deliberato in data 15 giugno 2018.

Le sottoscrizioni ed i relativi versamenti dovranno pervenire a partire dalle ore 08.00 del 12 luglio 2018 fino alle ore 18.00 del 16 luglio 2018".

Praticamente impossibile o comunque fantascientifico l'intervento di qualche soggetto esterno, che eppure si era palesato in vari imprenditori baresi e non. Se entro il 16 luglio non si ricapitalizza, per il Bari si aprirebbero le porte della sparizione: cosa ne sarà dei Galletti?