CALCIO CAOS - Questione Palermo, l'ultimatum della Lega B: "Dimostrate che è tutto in regola"

09.02.2019 12:41 di Redazione Tuttoreggina Twitter:   articolo letto 722 volte
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
CALCIO CAOS - Questione Palermo, l'ultimatum della Lega B: "Dimostrate che è tutto in regola"

Ore davvero molto concitate in casa Palermo. Oltre agli sviluppi relativi agli eventuali nuovi investitori, arriva una sorta di ultimatum della Lega B, che vuol vederci chiaro sulla situazione legata alla cessione del club da parte di Zamparini agli inglesi.

"Dimostrate che è tutto in regola", titola oggi Il Giornale di Sicilia:

"Ultimatum della Lega di B al Palermo: il presidente Mauro Balata, infatti, ha scritto una email Pec ai nuovi soci dopo l'acquisto da Maurizio Zamparini, invitandoli a "certificare che la cessione di quote e l'attuale compagine sociale presentano le necessarie caratteristiche di autenticità, veridicità e certezza ai fini della normativa". La Lega chiede poi garanzie che "non sussistono elementi idonei a configurare ipotesi di esterovestizione né finalizzati alla realizzazione di pratiche elusive".

La Pec, che è stata inviata per conoscenza anche alla Federcalcio, fa seguito alle comunicazioni trasmesse alla Lega Serie B dai nuovi soci della società rosanero riguardanti "l'avvenuta cessione dell'intero pacchetto azionario della US Città di Palermo da Zamparini, personalmente e tramite la società Gasda Spa, alla società inglese Sport Capital Group Investments Ltd".

Tutti i chiarimenti vengono richiesti "al fine di garantire il regolare svolgimento del campionato di B" e si attende che "l'atto di autocertificazione sia redatto con le forme delle dichiarazioni sostitutive ex artt. 46 e 47 DPR 445/2000".

Il riferimento alla "esterovestizione" paventa una possibile fittizia localizzazione all'estero della residenza fiscale di una società per ridurre la tassazione sui redditi.

Già poco dopo l'acquisto del Palermo, la Sport Capital Group Investments Ltd aveva annunciato una composizione ad incastro fra società che detengono il club con la comparsa sulla scena di una nuova società, il Palermo Football Club SpA, da quel momento proprietaria delle azioni dei rosanero", si legge.