CALCIO CAOS - "Palermo, ci sono i soldi o no? Venerdì la verità"

19.06.2019 10:51 di Redazione Tuttoreggina Twitter:    Vedi letture
© foto di Rosario Carraffa/TuttoPalermo.net
CALCIO CAOS - "Palermo, ci sono i soldi o no? Venerdì la verità"

"Palermo, ci sono i soldi o no? Venerdì la verità", scrive oggi Gazzetta dello Sport nelle pagine nazionali.

"Oltre cinque ore di assemblea senza chiarire l’immissione dei capitali necessari per l’iscrizione. E’ servita come passaggio per definire le somme che l’azionista di maggioranza dovrà certificare e versare entro venerdì, quando l’assemblea riprenderà. Il Cda, ieri, ha convocato l’assemblea dei soci, di fatto Arkus Network, per richiedere l’immissione del denaro che manca ai fini dell’iscrizione. La somma necessaria per i parametri Covisoc è di 8,2 milioni, ma da come sembra i nuovi proprietari hanno già approntato una parte di questa cifra per i primi espletamenti.

Al termine dell’assemblea fiume di ieri, avvenuta nella sede di Sicindustria messa a disposizione in qualità di padrone di casa dal presidente del Palermo, Albanese, è stato emesso un comunicato nel quale sono stati specificati alcuni passaggi: «La Sporting Netwkork S.r.l. rende noto che: la Federazione Italiana Giuoco Calcio in data 17-06-2019 ha comunicato di prestare il proprio consenso alla piena legittimazione dell’attuale nuova proprietà e organo amministrativo dell’U.S. Città di Palermo S.p.a.; si sono pertanto regolarmente tenute le assemblee ordinarie delle società Palermo Football Club S.p.a e U.S. Città di Palermo S.p.a. in cui è stato dato atto degli ingenti versamenti e pagamenti a tutt’oggi effettuati dall’attuale azionista unico, nonché degli ulteriori in corso d’esecuzione volti alla graduale riduzione della debitoria, significativamente verso il Fisco ed enti contributivi; le assemblee sono state pertanto aggiornate in prosecuzione al 21-06-2019 per la definitiva rendicontazione e produzione della documentazione tecnica e contabile da inviare alla Lega B al fine di assicurare la puntuale iscrizione del Club calcistico al prossimo Campionato 2019/2020». Qualcosa era stato anticipato dall’amministratore delegato del Palermo, Roberto Bergamo, all’uscita di Sicindustria. «È andato tutto bene, come da programma. Il 21 mi esprimerò riguardo l’immissione dei capitali – aveva detto - I tifosi? Che stiano tranquilli, ci iscriviamo al prossimo campionato di Serie B. Non c’è nessun tipo di problema, abbiamo già pianificato come muoverci, addirittura la Covisoc ha mandato un comunicato secondo il quale possiamo operare. Quindi, meglio di così? Il 21 definiremo i termini».

Dalla Figc, però, si sottolinea che il via libera alla nuova proprietà annunciato dal Palermo è stato fornito «fino a diversa determinazione», ovvero alla conclusione dell’istruttoria della federazione sul passaggio di proprietà per l’ok ai fini sportivi. In attesa di quella verifica, la Figc ha risposto alle richieste del Palermo che la società «potrà essere rappresentata in ambito sportivo con gli attuali organi gestori e ogni attività decisionale in ambito assembleare non potrà che essere adottata dalla nuova compagine societaria».

Venerdì dunque sarà il giorno in cui la proprietà dovrà fornire la certezza contabile al Cda delle somme che verranno immesse e di conseguenza darne comunicazione alla Lega di B, oltre a provvedere ai relativi versamenti. La proprietà ha comunicato al consiglio di amministrazione di avere già effettuato ingenti versamenti e pagamenti, come si legge nella nota, ma entro venerdì dovrà produrne documentazione, così come della differenza che manca ai fini dell’iscrizione, circa 5,5 milioni di euro. La cifra da destinare al pagamento degli stipendi delle ultime tre mensilità, ovvero aprile, maggio e giugno. Oggi, intanto, il nuovo Palermo farà il debutto all’assemblea di Lega di B, rappresentato dal direttore generale Fabrizio Lucchesi", si legge.