CALCIO CAOS - Lo Monaco: "Coraggio Tar! Ora si faccia tutto prima del 9 ottobre"

16.09.2018 12:15 di Redazione Tuttoreggina Twitter:   articolo letto 523 volte
© foto di Federico De Luca
CALCIO CAOS - Lo Monaco: "Coraggio Tar! Ora si faccia tutto prima del 9 ottobre"

Pietro Lo Monaco, ad del Catania, ora ci crede veramente. Gazzetta dello Sport riporta le parole del dirigente etneo, che vede riaccendersi le speranze di B dopo la decisione di ieri del TAR del Lazio.

Nel tardo pomeriggio è arrivata l’ufficialità certificata da un comunicato della Lega Pro: Monopoli-Catania è stata rinviata a data da destinarsi. Lo ha comunicato il presidente Gravina dopo la decisione di sospensione del Tar del Lazio. Il provvedimento riguarda le cinque società, dunque anche i rossazzurri, che sono idealmente in corsa per il ripescaggio in Serie B. Un caos autorizzato e che potrebbe riservare altri colpi di scena da qui all’8 ottobre, giorno in cui dovrebbero arrivare risposte definitive, o per lo meno si spera. 

DENUNCIAMO TUTTI L’amministratore delegato Lo Monaco era stato durissimo, l’altro ieri, contro coloro che avevano stravolto il format a 22 della Serie B: «Il calcio è nel caos, ci perdono tutti, il campionato Cadetto non è più credibile, visto il formata 19 e considerate le decisioni adottate in poche ore dopo un periodo di estrema e incomprensibile lentezza. Noi andremo avanti denunciando anche penalmente i protagonisti di questo scempio». Quindi la stoccata al Coni: «Malagò farebbe bene a dimettersi, ma tutti sono legati a doppia mandata a incarichi e poltrone, figuriamoci. Adesso ci saranno le elezioni e assisterò al solito schifo». Ieri, l’ad è tornato sull’argomento: «Il Tar del Lazio potrebbe stravolgere tutto, ma non credo che si arriverà all’8 ottobre per avere risposte. La Federazione e il Collegio di Garanzia del Coni, in autotutela, potrebbero ristabilire il format a 22 o allargarlo a 24 senza far trascorrere altri giorni perchè diventa problematico, dal 9 ottobre recuperare cinque turni di C e sei giornate eventualmente in B. Un paradosso”.