CALCIO CAOS - L'Avellino riparte dal colosso Sidigas: "4 milioni di budget per la D!!". Ma il vecchio club non molla

09.08.2018 21:48 di Redazione Tuttoreggina Twitter:   articolo letto 1139 volte
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
CALCIO CAOS - L'Avellino riparte dal colosso Sidigas: "4 milioni di budget per la D!!". Ma il vecchio club non molla

Dalla B all'oblio, senza passaggi intermedi. Il calcio ad Avellino riparte subito e dopo un iter per forza di cose veloce, visti i tempi strettissimi, il sindaco irpino, Ciampi, ha dato il suo appoggio alla cordata capeggiata da Gianandrea De Cesare, proprietario del colosso Sidigas 

Come spiega TuttoAvellino, "De Cesare ha costituito la nuova società, denominata CalcioAvellino s.s.d. presentando oltre alla manifestazione d'interesse assegni circolari per 4 milioni di euro: 3.8 milioni per il budget della prossima stagione, e circa 200 mila per l'iscrizione al campionato di Serie D che sarà conclusa entro le 12 di domani, in Figc".

Tra le cordate battute, anche quella del patron del Genoa Preziosi.

 

SI PROFILA PERO' UNA LOTTA CON IL VECCHIO CLUB - Nonostante lo svincolo d'autorità imposto dalla FIGC, a norma di regolamento, il vecchio US Avellino 1912 di Taccone punta a restare in auge in Federcalcio. Il patron non si farà da parte: farà ricorso al Consiglio di Stato e in caso di vittoria farà da richiesta di rimborso danni alla Figc. In caso di sconfitta ripartirà invece dall'Eccellenza. Agghiacciante a ben pensarci.

E visto che a Reggio in questi mesi va in voga la questione marchio, storia e coppette varie, ad Avellino il marchio storico è in mano proprio al club di Taccone, che è ovviamente restio, ad oggi, a concederlo ad un altro club. Nel caso specifico dell'Avellino, a differenza di quanto accaduto con Bari e Cesena, non interverrà il fallimento e la liquidazione del club escluso dalla serie B, che non si troverebbe in situazione di insolvenza.