L'ANGOLO DEI TIFOSI - Ecco le nuove mail

10.04.2019 12:37 di Redazione Tuttoreggina Twitter:    Vedi letture
© foto di Andrea Rosito
L'ANGOLO DEI TIFOSI - Ecco le nuove mail

Ecco i pensieri dei tifosi amaranto pervenuti alla nostra casella mail.

Potete continuare ad inviare le vostre considerazioni all'indirizzo tuttoreggina@libero.it, pregandovi di essere rispettosi e rimanere nei limiti della dialettica.

 

Vorrei esprimere tutta la mia solidiarieta' al Presidente Gallo al
quale in occasione della presentazione del pulman ho detto queste testuali parole( NON SIA TROPPO BUONO).
MI dispiace che abbia buttato via tutti questi soldi guadagnati con onesta' lavorativa ma un altro sforzo lo dovra' fare; ripulire il tutto mandare via chi sa LUi ed affidarsi a persone fuori da Reggio dove i gufi o meglio gli anti REGGINA non possono fare le prime donne non essendoci i loro compari.
Chi ha consigliato al presidente tutti questi acquisti con contratti lunghi doveva vergognarsi, escluso STRAMBELLI e Bellomo gli unici due che qualcosa hanno gli altri sono solo dei morti viventi Baclet che ha fatto ha Cosenza, quei 5 goal nei playoff!!E' venuto a Reggio solo x i soldi, lo stesso dicasi x DE falco he ormai e' alla frutta. Taibi si e' ignobilmente prolungato il contratto ( se veramente è uomo del Sud doveva dimettersi subito chiedere scusa prima al presidente e poi hai tifosi e sparire da REGGIO CALABRIA di NOTTEE!!!)
IO spero che si possa entrare nei play off x dare soddisfazione al Dott. Luca Gallo ed hai magnifici tifosi che sono l'anima della REGGINA Vorrei ricordare che sono un tifoso dell'ultima partita in serice C (con il compianto Maestrelli) anche io ne ho viste di cotte e dicruden' ma persone come quel signore che ci mando' in serie B non cè ne sono e non cè n'erano
FORZA REGGINA SEMPRE LUCA IL GRANDE NON ABBANDONARCIIIIII, ti vogliamo troppo bene.

Francesco

LA REDAZIONE RISPONDE: Francesco, non siamo d'accordo con questi giudizi taglienti su qualche calciatore, poi è chiaro che le prestazioni sono state quelle che sono. Taibi non si prolungato il contratto da solo.

 

Presidente Gallo, 

Il granillo hai riempito,

Quanto entusiasmo è arrivato, 

Hai riportato la reggina nel cuore della gente, 

Tempo fa era solo il niente, 

Ora tutta la città grida reggina Alè, 

Ma soprattutto presidente! 

Non ci stanno i risultati, 

Ma per fortuna ci sta la tua presenza, 

Perché nella città sei tu l'unica speranza, 

Sei stato un vento nuovo, 

Quando ti sento parlare della reggina mi commuovo!

Quanta anima, quanta bontà, 

Sei diventato la mia preferita felicità! 

Presidente, 

La reggina volerà in serie A, 

Non servono sfere di cristallo, 

Perché il nostro futuro è scontato 

E si chiama GALLO! 

Miriana P.

#forzareggina 🇱🇻

LA REDAZIONE RISPONDE: Miriana, bella poesia, ma se ci permette la Reggina, in tempi belli o brutti, vincente o perdente, c'è sempre stata. Non è una moda che deve essere vantata solo se c'è il presidente Gallo che mette tanti soldi. I veri tifosi tifano sempre.

 

Buon pomeriggio a tutti,
sulle accuse velate o meno sull'AMORE che qlcn nutre o non nutre per i colori AMARANTO, la soluzione l'avrei avuta forse estemporanea, ma non di certo, se fosse vero quanto scritto sopra, mi sarei affidato alla professionalità separandola dall'uomo e aggiungendo, come da questa testata scritto: "ma le ultime tre giornate chi avrebbe preso la squadra in mano?" Più o meno recitava così l'articolo.
Detto ciò e al di fuori di quanto espresso su Cevoli non l'avrei mandato via, il nome che, pur probabilmente sotto contratto con altra squadra(ma vista la situazione a Barcellona 😉le dimissioni non sarebbero state un problema, forse..), avrei preso un profilo corrispondente a quello di un guerriero che nelle ultime tre partite avrebbe fatto sputare sangue in primis agli avversari e ci avrebbe portato ai play off o cmq (chiù scuru ra menzanotti?!?!).
Signori l'eroe del maggio 2015, 😉 Giacomino Tedesco.
Grandissimo Uomo di temperamento.

Cmq sempre fiducioso, Forza Reggina

Massimo

LA REDAZIONE RISPONDE: Però Massimo sai bene che nel calcio gli alibi sono sempre "in agguato". A questo punto la soluzione Cevoli, nonostante i quasi noti fatti di dicembre, era quella "meno sconvolgente" e che probabilmente mette i calciatori di fronte alle loro responsabilità.