L'ANGOLO DEI TIFOSI - Ecco le nuove mail

10.01.2019 09:24 di Redazione Tuttoreggina Twitter:   articolo letto 756 volte
© foto di Sarah Furnari/TuttoLegaPro.com
L'ANGOLO DEI TIFOSI - Ecco le nuove mail

Ecco i pensieri dei tifosi amaranto pervenuti alla nostra casella mail.

Potete continuare ad inviare le vostre considerazioni all'indirizzo tuttoreggina@libero.it, pregandovi di essere rispettosi e rimanere nei limiti della dialettica.

 

Un saluto e un buon 2019 (anche se in ritardo) alla redazione e ai lettori di tuttoreggina!!

Mi trovo d'accordo con il vostro articolo dove si parla di evitare sperperi, oggi siamo passati dal quasi fallimento alla concreta possibilità di sognare, ma bisogna tenere conto di un fattore importantissimo del calcio, le competenze tecniche e umane che se uniti a un patrimonio consistente ti fa davvero volare, se mancano una tra competenza e fattore economica si fa molta fatica a emergere soprattutto in lega Pro, vedi Lecce che ha conquistato la promozione dopo 6 tentativi e 6 anni di campagne faraoniche, e oggi il Catania che fatica a stare tra le prime della classe!!

Sono contento della fiducia data a Taibi che reputo oltre che preparato anche con il giusto carattere forte per tenere a bada l' ambiente, spero si costruiscano le basi solide in primis a livello societario e poi a livello tecnico!!

Noi tifosi ADESSO dobbiamo fare la nostra parte, sono finite le scuse, 1500 abbonati (ma anche 2000) anche il prossimo anno fa cadere ogni tipo di discorso ambizioso, prima Foti poi Praticò sono scuse scadute, accantoniamo gli alibi e ricompattiamoci!!

Forza Reggina

Giuseppe

 

Buonasera redazione

Avrei voluto finalmente scrivere parlando di mercato ma poco male lo farò la prossima volta.

Volevo, ringraziando il dottor Iriti e il futuro presidente Gallo per ciò che già stanno facendo, dar loro un consiglio: mi hanno fatto sentire degli amici cosa una persona ha detto su di loro ed oltre ad essere schifoso si nota la volontà di fare male alla Reggina e a Reggio Calabria per il solo motivo che il suo piano con quello dei suoi amichetti non gli è riuscito. Secondo me visto che è stato insinuato che il loro lavoro è più millantato che altro, direi al dottor Iriti di sporgere una bella denuncia nei confronti di questo piccolo personaggio.

Inoltre di stare attento a chi adesso ha la lingua lunga per leccare. Il noto avvocato che stava per far fallire la Reggina oggi in un'intervista dice che spera di continuare a lavorare per la Reggina anche oltre il giugno 2019 (scadenza del suo contratto). Dottor Iriti faccia molta attenzione a tutta questa gente, la allontani appena possibile.

Volevo infine personalmente chiedere scusa e ringraziare ancora una volta i Praticò per le mie ultime mail perché  preso dalla disperazione e non avendo il quadro chiaro pensavo seriamente in un altra catastrofe.

Buona serata

Demetrio  (Torino)

 

Salve,
Pensando al mercato, se fosse pinzi ex centrocampista dell’Udinese l’ex nazionale...è molto esperto voi che ne dite? Ha appena rescisso il contratto con la sua squadra
Saluti

Luigi

 

Carissima redazione,vorrei fare un appello grande ma con poche parole.In merito ai tantissimi sacrifici e promesse mantenute su tutti i fronti,sia sportivi che legali,della nuova proprietà vorrei dire solo questo.RIEMPIAMO IL GRANILLO....Con le ambizioni proclamate e una campagna acquisti che si appresta ad essere importante,sono convinto che Reggio Calabria risponderà con una grande sottoscrizione di abbonamenti e presenze allo stadio.C'è tutt'altra armonia in città,era da tempo che in strada non si domandava della Reggina,che bellissima aria AMARANTO.......sempre è forza REGGINA

Giuseppe

LA REDAZIONE RISPONDE: Giuseppe, ci permetta di dire che l'interesse c'è stato sempre. Il tifoso vero è sempre tifoso, non solo quando si vince o quando la società gli regala i colpacci. In questi anni abbiamo visto tanta gente interessarsi alla Reggina, tante persone in trasferta, tanta passione, nonostante il fango che hanno gettato e continuano a fare. Chi è tifoso vero lo sa, chi tifa per le persone oramai è notorio.