L'ANGOLO DEI TIFOSI - Ecco le nuove mail

25.11.2018 15:40 di Redazione Tuttoreggina Twitter:   articolo letto 580 volte
© foto di Sarah Furnari/TuttoLegaPro.com
L'ANGOLO DEI TIFOSI - Ecco le nuove mail

Ecco i pensieri dei tifosi amaranto pervenuti alla nostra casella mail.

Potete continuare ad inviare le vostre considerazioni all'indirizzo tuttoreggina@libero.it, pregandovi di essere rispettosi e rimanere nei limiti della dialettica.

 

Sbagliare e' umano, perseverare e' diabolico. La Reggina si e' presentata al Cibali per ripetere pari pari la negativa e nefasta partita con in Rende: tutti dietro la linea della palla, non superare mai la trequarti avversaria, mai un abbozzo di ripartenza per pungere e tenere sulle spine la difesa catanese, mai un tiro almeno dal limite dell'area per avvertire gli avversari che forse c'eravamo anche noi, una pressione ed un volume di gioco costanti da parte del Catania, innumerevoli azioni non sfociate in goal per troppa precipitazione ed imprecisione da parte degli attaccanti rosso-azzurri. In diverse occasioni i nostri invece di alleggerire la pressione hanno pensato bene di ripartire con fraseggi corti al limite della nostra area di difesa se non addirittura dentro l'area di rigore, fraseggi per giunta condotti con i piedi...molli in quanto quando i giocatori catanesi sono andati in tackle ci hanno sempre sdradicato il pallone dai piedi o hanno intercettato i passaggi condotti sul breve, asfittici, mai ariosi ad allargare il campo. Continuo ad affermare l'inutilità di taluni giocatori del nostro centrocampo (...i nomi ormai li conoscete) assolutamente incapaci per novanta minuti di contrastare le folate avversarie o di far ripartire i nostri in profondità, taluni presuntuosamente al tiro da distanze impossibili. E il Sig. Cevoli non venga a dirci che "danno geometria al centrocampo"...Si e' ancora una volta ripetuto la circostanza di tenere per troppo tempo in pancina Franchini, uno dei pochi giocatori tonici e dotati di gamba.
L'allenatore parla sempre di errori individuali dei calciatori, io ci aggiungerei i suoi di individuali e collettivi : insistere su un portiere che o di riffe o di raffe la "papera" la fa ( anche Licastro beninteso, ma in quella occasione avevamo avuto un'intera partita per recuperare, e ci eravamo riusciti se non fosse stato per l'ostinazione del tecnico? in quella tattica suicida del catenaccio d'antan, questa volta a pochissimi minuti dalla fine era assolutamente impossibile perche' certi errori poi tagliano gambe e spirito); errori di valutazione dei giocatori (vedi Franchini sempre costretto a subentrare) o centrocampo affidato a due pedine che sinora hanno commesso piu'danni che altro, lenti e compassati mai capaci di un guizzo di inventiva; cattiva gestione di Marino che appare l'ombra del calciatore arrembante ammirato l'anno passato, e beninteso anche ieri sera e' stato l'unico lottatore di un centrocampo fatto di ombre...per non dire delle tattiche scellerate messe in atto contro le squadre che sulla carta ci potrebbero essere superiori sul piano tecnico soprattutto perchè non abbiamo in difesa ne' Burgnich e Facchetti, nè Gentile o...altri grandi difensori ma sopratutto non abbiamo Jascin o Zoff che dir si voglia..e nemmeno Cucchietti.
Urge sterzata, cambio di ...tattica... giocatori da impiegare...rosa da rimpolpare (ma con questi chiari di luna...mi pare impossibile)...allenatore (sin'ora deludente nelle proposte di gioco e nell'analisi delle sconfitte visto che le vittorie sono state così poche e sempre sofferte)...
Saluti sempre meno speranzosi da un vecchio ed appassionato tifoso.

Vincenzo

 

salve riguardo la partita di catania buona la prova corale a livello difensivo eccezion fatta x Confente ( per me pessimo fin dall' avvio del campionato anche se dopo la botta ha fatto 2 gran parate ma le papere son di piu' ) ma non c'e' una vera trama di gioco in questa squadra non si propone mai in avanti, insomma non c'e' uno schema e' senza identita'.Cevoli sveglia o vattene, non puoi sempre coprirti metti Viola e Ungaro e Franchini!
CONSON davvero ottimo ieri dappertutto vero capitano.

Saverio