L'ANGOLO DEI TIFOSI - Ecco le nuove mail

10.05.2018 19:21 di Redazione Tuttoreggina Twitter:   articolo letto 529 volte
© foto di Sarah Furnari/TuttoLegaPro.com
L'ANGOLO DEI TIFOSI - Ecco le nuove mail

Pronta un'altra rivoluzione, la Reggina pensa a svoltare dopo la salvezza ottenuta da Maurizi.

In attesa di conoscere il destino della panchina, è facile immaginare che il ds Taibi ha già in mente le mosse per ricostruire nuovamente la squadra.

Ma chiediamo a voi lettori, chi terreste dei calciatori che hanno conquistato l'obiettivo permanenza?

Scrivete a tuttoreggina@libero.it e esprimete la vostra considerazione in merito e non solo. Ecco le prime mail dei tifosi amaranto:

 

Buongiorno  

Per la prossima stagione riconferma per i seguenti giocatori:

 

Cucchietti, Ferrani, Laezza, Marino, Mezavilla, Condemi, Lacamera, De Vito (A) e Giuffrida, Tulissi, Castiglia, Sciamanna.

Mi e piaciuto il nuovo entrato a centrocampo Amato ha mostrato di non avere timore. 

La seconda parte del campionato e stata più equilibrata e c’è stato un po’ di sfortuna. Questi menzionati dovrebbe essere la base. Poi giocatori in più con caratteristiche conformi al nuovo schema e più forti per fare il salto di qualità. Avere uno zoccolo duro e importante, questo perché il nuovo allenatore e DS Taibi non sono in grado di fare miracoli. 

Saluti e Forza Reggina 

Flyingamaranto 

Emmanuele 

 

Buonasera, io terrei sicuramente: CUCCHIETTI, LAEZZA, FERRANI, PASQUALONI, MEZZAVILLA, MARINO, AMATO, SCIAMANNA, LA CAMERA, LICASTRO.

Grazie

Gisberto

 

Buongiorno a tutti, caro Direttore in un momento, che dura ormai da qlch tempo per non dire anni, in cui vi è sempre da criticare qlcs rispetto all'operato della società, sicuramente non esente da colpe ma cmq quasi chirurgicamente "criminalizzata/colpevolizzata",vorrei porre l'attenzione, non tanto su chi resta o chi parte, ma su come dovrebbe comportarsi chi resta e chi verrà. Quest'anno, più che gli scorsi, mi hanno colpito le perdite di tempo legate ai continui falsi infortuni ed alle proteste nei confronti del direttore di gara, cosa per altro che non ho riscontrato nelle formazioni avversarie. Voi direte questo è il calcio, può darsi ma voglio lo stesso proseguire con il mio punto di vista per dare un senso, logico o meno, di ciò che reputo, questo si, dannoso per la società e la squadra stessa. In particolar modo mi riferisco per esempio e non me ne voglia, a Bianchimano quest'anno, lo scorso ci pensava "il suo maestro(ahhaahaahh)" Coralli, che Dio solo sa quante ore è rimasto a terra "ferito", reclamando spesso per falli inesistenti, un corazziere del genere dico io, cmq a cosa ha portato codesto comportamento? Da una parte Arbitro indispettito e maldisposto successivamente nel concedere punizioni su falli veramente subiti, ma soprattutto, questo è l'aspetto che reputo più interessante e sul quale vorrei il suo punto di vista Direttore, il rallentamento non della manovra momentanea, ma proprio la fluidità, il rodaggio, il riscaldamento per far accendere il motore della continuità delle azioni e dello sviluppo delle idee tecnico tattiche della squadra. Tant'è che nelle partite in cui il bomber non c'è stato, mi riferisco alle ultime e se non ricordo male l'andata a Castellammare, il gioco di Maurizi si è potuto meglio palesare e concretizzare ed il dottor Favasulli forse è entrato in campo, quantomeno per gli attaccanti, solo un paio di volte. Stesso discorso vale per le proteste fatte senza logica, Mezzavila e Laezza su tutti, una cosa è protestare alla "Giuffrida" piccola stilettata ad arbitro od avversari ma giusto per mettere in risalto che la situazione del momento non è stata valutata o giocata lealmente ed andare avanti, altro è invece litigare di continuo ed alimentare tensioni specie in partite che fino a quel momento, sotto questo punto di vista, erano alla camomilla. Potrei rifare la domanda sul comportamento ma la risposta sarebbe esattamente come sopra. Il mio desiderio per il prossimo anno è proprio questo che ci siano dei calciatori che, per ricollegarmi a quanto tanto si dice sulla storia Amaranto etc, sappiano essere anche dei "signori" in campo in modo tale da poter assistere, indipendentemente dal risultato, ad uno spettacolo e fregiarsi anche di questo riconoscimento. Poi, secondo me, codesta signorilità porterà più punti di scriteriate proteste o puerili simulazioni.

Forza Reggina
Massimo

nb vorrei fare una piccola citazione, mi riferisco quando un tal Signore di nome Peppino Prisco, riferendosi a noi Reggini disse più o meno così: in tanti anni e non son pochi, che frequento San Siro non ho mai visto 10.000 tifosi ospiti così educati.

ps valuterei bene prima di dare il benservito a Maurizi.