L'ANGOLO DEI TIFOSI - Ecco le nuove mail

 di Redazione Tuttoreggina Twitter:   articolo letto 325 volte
© foto di Sarah Furnari/TuttoLegaPro.com
L'ANGOLO DEI TIFOSI - Ecco le nuove mail

Ecco i pensieri dei tifosi amaranto pervenuti alla nostra casella mail.

Potete continuare ad inviare le vostre considerazioni all'indirizzo tuttoreggina@libero.it.

 

Buon pomeriggio al Direttore ed a Tutti i Tifosi,
sempre complimenti ai toni più che piacevoli che riesce a mantenere su queste pagine, nonostante il clima non proprio sereno a causa delle brutte prestazioni che si susseguono con maggior costanza e che conseguentemente ed ovviamente portano noi Tifosi che vorremmo sempre la vittoria con prestazioni brillanti, ad essere ipercritici ed anche arrabbiati.
Dopo aver aspettato 48h, non sono cmq bastate a smaltire la cocente delusione e dopo aver letto mail e risposte varie, vorrei riparlare della situazione tecnica attuale della squadra.
Penso che oltre al fattore psicologico, legato forse alla inesperienza, non si possa non notare il crescendo di prestazioni ASSOLUTAMENTE sottotono, la domanda sarebbe: perché?
Ho provato a darmi una risposta, forse banale o forse no, l'ho trovata nelle origini tecniche del Mr, sicuramente gloriose.
A mio modestissimo parere, l'esasperata ricerca del pertugio, vedi il continuo giro della palla tra i difensori od anche il portiere, per poter affondare il colpo, con le squadre raccolte in 25/40 mt e con quei tagli ad attendere inutilmente il passaggio ficcante, o quando De Francesco e Tulissi provano a saltare l'uomo/gli uomini, ovviamente a loro/nostro rischio e pericolo, mi ricordano i classici schemi del calcio a 5, dove appunto le misure in lunghezza del campo sono quelle ed in larghezza, tolta la fascia destra quasi mai utilizzata, quantomeno dalla cintola in su, restringe sui giusti 15/25 mt.
A 11 le misure cambiano, chiaro e sono:minime e massime, lunghezza 90/120 e larghezza 45/90, per cui prima di entrare in un tunnel che potrebbe non avere sbocchi se non, sportivamente, drammatici, vorrei suggerire di non addossare le colpe soltanto ai giocatori ma di assumersele sia dal punto di vista societario che tecnico ed a provare a cambiare qualcosa, forse anche nel modulo come già fatto ad inizio campionato in talune circostanze, forse prima che subentrasse un poco di, passatemi il termine, "presunzione da una parte ed ostinazione dall'altra".

Come sempre Forza Reggina

Massimo

LA REDAZIONE RISPONDE:  Massimo, è una mail molto dettagliata e tecnica, cercheremo di rispondere in maniera più precisa e professionale possibile. Il principale limite della Reggina delle ultime cinque, riguarda fondamentalmente il fatto che la squadra in cinque gare avrà tirato (tiri nello specchio, "puliti"), massimo cinque-sei volte. La sofferenza nasce proprio dal fatto che non ci sono varianti al lavoro di "fantasia" dei vari De Francesco e Tulissi, in più non stanno esistendo gli inserimenti dei centrocampisti o magari le situazioni da piazzato. Il mister ha anche imputato questa difficoltà offensiva anche al fatto che le scelte davanti, per caratteristiche, sono molto limite, in virtù dell'assenza di Sciamanna. Oltre a problematiche legate alla personalità e magari all'extracampo, è subentrato un calo fisico che può aver fatto perdere il filo della situazione. In conclusione, può questa Reggina giocare in maniera alternativa? Si può provare la difesa a tre, gli uomini dovrebbero esserci, si può giocare anche con due attaccanti esterni larghi e una punta centrale, insomma crediamo che Maurizi non è un tecnico integralista e convinto del suo modulo, se ravviserà l'esigenza di cambiare, cambierà. Per quanto riguarda il fatto di addossare le colpe ai calciatori, è chiaro che comunque noi tutti "esterni" possiamo basarci solo e soltanto sulle parole dei protagonisti. Se il presidente va in conferenza e si sente tradito dalla prova dei suoi calciatori, avrà i suoi buon motivi per dirlo, giusto o sbagliato che sia ovviamente...

 

salve redazione,sono santo di milano,seguo la reggina da sempre,sto vedendo le partite settimanalmente,notando che il nostro allenatore non mette alcuni giocatori nel loro ruolo,e non da la carica alla squadra non ha carisma,e ultimamente la squadra non lo segue più,a questo punto necessita il cambio allenatore,queste naturalmente sono le mie considerazioni giuste o sbagliate che siano,non so cosa penseranno i nostri tifosi e voi della redazione,comunque vada grazie a voi che ci dedicate questo spazio,sempre forza reggina.

Santo

LA REDAZIONE RISPONDE: Santo, naturalmente massimo rispetto per il suo pensiero, ma che non ci trova d'accordo. Magari colpevolizzare i calciatori non è la chiave giusta, ma esonerare un tecnico che naviga a metà classifica (anche se il margine dalla zona playout è di tre punti, come anche il divario dalla zona playoff...), è una mossa presuntuosa. Non può sempre essere il tecnico il capro espiatorio di una sconfitta e di cinque gare senza vittorie. Oggettivamente, naturalmente parere nostro, Maurizi ha fatto un buon lavoro sin qui e ha dimostrato che tutti quegli esoneri in carriera non erano del tutto meritati e giusti. L'anno scorso abbiamo sempre applaudito al fatto che Zeman sia rimasto al suo posto, perché esonerare l'allenatore deve essere davvero solo l'estrema ratio. Naturalmente, è giusto che la società resti sempre vigile e attenta.