REGGINA - Giuseppe Praticò a TuttoReggina.com: "Avvio di stagione importante, ora pensiamo solo a Caserta"

03.11.2017 17:38 di Roberto Foti  articolo letto 1170 volte
© foto di Federico Gaetano/Tuttolegapro.com
REGGINA - Giuseppe Praticò a TuttoReggina.com: "Avvio di stagione importante, ora pensiamo solo a Caserta"

"Calma e consapevolezza". Si potrebbe riassumere così il pensiero di Giuseppe Praticò, consigliere del Cda della Urbs Reggina 1914, che parla del momento della squadra amaranto, alla vigilia del confronto sul campo della Casertana.

La società si aspettava un inizio di campionato così al di sopra delle aspettative?

Eravamo abbastanza fiduciosi su quello che poteva essere l'inizio di campionato, sopratutto per come avevamo visto la squadra lavorare in ritiro. Sicuramente siamo andati oltre alle più rosee aspettative. La posizione di classifica, secondo me, è frutto di una serie di fattori che partono dal lavoro svolto dal nostro coordinatore, Salvatore Basile, insieme al presidente, nella sessione di mercato e dal lavoro svolto sul campo da mister Maurizi, insieme al suo staff: tutto è stato curato nei minimi particolari. Il resto dell'entourage ha invece contribuito a creare velocemente lo spirito di gruppo tra i ragazzi

C'era poca fiducia attorno a Basile e Maurizi ad inizio anno ma entrambi hanno risposto in modo positivo.

Spesso nel calcio si affibbiano sulle persone etichette in maniera affrettata. Eravamo certi della bontà delle nostre scelte, in primis dal punto di vista umano, poi sulle qualità professionali e sulla voglia di fare bene in una piazza come Reggio Calabria 
 

I tifosi sulle ali dell'entusiasmo non ambiscono più alla salvezza tranquilla, cosa ne pensa?

L'obiettivo di quest'anno deve essere quello di raggiungere la salvezza il prima possibile, poi valuteremo altri obiettivi, andiamo avanti un obiettivo alla volta.


C'è qualcosa di questa squadra che ti ha sorpreso? Che sia un calciatore o un fattore? 

La Reggina ha una rosa che ha un mix di giovani importanti, di cui se ne sentirà parlare, ma anche di meno giovani che hanno dato segnali di sicura affidabilità. In merito alla crescita del gruppo, certamente sta svolgendo un ruolo importante il tecnico di Maurizi e il suo staff


Oltre a De Francesco e Porcino, un "top player" dichiarato, ad oggi sembra Cucchietti.

Ho difficoltà a nominare solo un singolo, perché tutta la squadra ha sin qui fatto bene. Sicuramente De Francesco, Porcino e Bianchimano sono tre calciatori importanti, che la società ha voluto trattenere a Reggio per dare un segnale forte alla piazza, ma non dimentichiamo i vari Cucchietti, Tulissi, Di Livio e Marino che stanno ben figurando in questo campionato 


Una bellissima sorpresa di inizio campionato, è ad oggi, tra gli altri anche Roberto Marino.

Roberto è un ragazzo che seguivamo da tempo e quando c'è stata la possibilità di portarlo a Reggio non ci siamo fatti sfuggire questa opportunità. Crediamo molto in lui, essendo lo stesso un patrimonio della società e riteniamo che presto potrà calcare i campi di categoria superiore, anche se spero possa farlo con la Reggina..


Di Livio rientra dopo la squalifica. Sarà un'arma in più per Maurizi?

Credo proprio di si. Noi abbiamo puntato molto su Lorenzo e già sabato contro il Catania ha dimostrato di avere delle qualità importanti. Secondo me sarà un tassello determinante nel cammino della Reggina.


Adesso si va a Caserta... Cosa ti aspetti per la gara di sabato?  Vincere a Caserta vorrebbe dire davvero tanto.

Essendo un'ottimista di natura, mi piacerebbe vincere tutte le partite, ma bisogna fare i conti con le avversarie. La Casertana ha un organico importante, pur non avendo una classifica importante. La Reggina ha dato prova di poter giocare contro ogni avversario a viso aperto. Caserta è un campo difficile, una piazza importante, che ha anche vissuto calcio in categorie superiori e sicuramente i calciatori ci terranno a fare bene, sopratutto dopo un avvio difficoltoso.