GIUFFREDI A TUTTOREGGINA/ «Montiel vuole mettersi in gioco nella Reggina»

28.12.2011 17:46 di Paolo Ficara  articolo letto 2164 volte
© foto di Federico De Luca
GIUFFREDI A TUTTOREGGINA/ «Montiel vuole mettersi in gioco nella Reggina»

Si viene e si va. Oppure si rimane. Potrebbe essere il caso di Josè Montiel, che due mesi fa aveva chiuso la valigia per andare in Kazakistan, dopo un periodo da fuori rosa nella Reggina. Qualche giorno di prova con l'Astana, provino ok ma niente accordo fra le due società per il trasferimento. L’amore tra il paraguagio ed il presidente Foti sembra stia risbocciando. Tuttoreggina.com ne ha parlato col suo procuratore, Mario Giuffredi, ed è stata l’occasione per eliminare parecchi dubbi sul futuro del centrocampista ex Udinese, a pochi giorni dalle sliding doors del calciomercato invernale.

 

Montiel sembrava destinato all’Astana, invece…

«Invece le cose sono andate diversamente. In un colloquio, il presidente Foti ha ribadito che crede in Montiel, e vorrebbe che dimostrasse il suo valore nella Reggina, a patto che lui sia convinto di rimanere».

 

La volontà del ragazzo è di mettersi in gioco?

«Sì, vuole mettersi in gioco nella Reggina. È uno dei più grandi talenti passati da Reggio. Sarebbe sbagliato andare a finire in Kazakistan o in Russia, da dove ultimamente si è fatta avanti un’altra squadra. Può dimostrare il proprio valore in Italia, anche ambendo a categorie superiore. Se riesce a mettersi in mostra, ci arriva tranquillamente in Serie A».

 

Serve un rinnovo contrattuale?

«Si tratta di un giocatore a scadenza. Se la Reggina dà a Montiel la possibilità di realizzarsi, è giusto allungare il contratto affinché si crei un progetto. Sicuramente bisogna allungarlo, di almeno un anno».

 

Prolungare di un solo anno non sembra un atto di fiducia…

«Non è così. Se io fossi una società di calcio, cercherei di fare meno contratti possibili ai giocatori, pensando di allungarli. Con la crisi che c’è, meno giocatori hai a livello societario, e meglio è. Foti avrebbe anche potuto consigliare a Montiel di prendere la sua strada. Invece gli ha allungato il contratto di un anno. A giugno, quando sarà finito il campionato, faremo ulteriori valutazioni. Se il ragazzo avrà dimostrato il proprio valore, prolungheremo ancora. Altrimenti si prenderà un’altra strada».