POTENZIALI CAUSE DELL'ESONERO DI DRAGO

11.04.2019 01:24 di Franco Cleopadre   Vedi letture
© foto di Sarah Furnari/TuttoLegaPro.com
POTENZIALI CAUSE DELL'ESONERO DI DRAGO

Eravamo abituati a vedere il Presidente Luca Gallo, sorridere..Domenica dopo la partita persa in casa con la Sicula Leonzio, abbiamo conosciuto, in conferenza stampa, il suo volto corrucciato, che annunciava l’esonero di Drago.

Ad una delle prime domande dei giornalisti,in conferenza stampa, ha risposto “ A Cevoli non l’ho esonerato io”.Questo significa che ha fornito un assist al ex Presidente Praticò,quando affermava nel primo anno della sua gestione, a chi gli poneva domande tecniche :”Rivolgetevi a Martino per avere queste notizie”,e nella fattispecie a Taibi.

Ma senza l’ assenso presidenziale Taibi, avrebbe esonerato  Cevoli? Cosa si può dire : che Gallo si è fidato della valutazione di Taibi e Taibi che non voleva il male alla Reggina e della Società in odor di conferma, hanno preso un abbaglio? E’ noto il detto “Chi non opera,non sbaglia”.

Forse sono stati messi sul piedistallo d’avorio i nuovi arrivati e dopo i primi insuccessi hanno perso in autostima? Tra i requisiti più importanti che  un allenatore deve possedere annoveriamo : personalità, conoscenza tecnica, rapporti umani, e in special modo gestione dello spogliatoio.Dove sono andati a finire i vari Solini,Redolfi,Salandria,Marino,Sandomenico,Tulissi,che avevano sbarcato il lunario nei tempi di vacche magre ?

Ma l’inserimento dei nuovi arrivati, e la voglia di strafare, hanno permesso al crotonese di rispettare tutti? Di recuperare la preparazione atletica, di atleti ai margini del gioco, dalle rispettive squadre di provenienza?  L’allenatore con gli allenamenti, ha l’obiettivo di migliorare il rendimento agonistico dei calciatori, e questo non si è visto, partita con il Catania a parte,dove tutti credevamo di essere partiti per la galoppata finale.

 La disponibiltà del dott. Gallo,aveva risvegliato, da un lungo letargo, l’entusiasmo del tifo amaranto. Poi un tutto regredire precipitando dalla 5 posizione in classifica a 2 punti dalla zona play out.Altro che conquista della serie B diretta.Il nuovo Presidente ci ha messo i soldi e tutta la sua esperienza di vita,da vetraio,a cameriere di ristorante, da restauratore di mobili a dirigere una grande squadra di oltre 11 000  persone, ....ma ciò non è bastato.

La primavera è la stagione per una squadra di calcio, per stendere i bilanci e programmare la prossima annata calcistica      

Il mestiere di allenatore a titolo esemplificativo, oltre alle conoscenze tecniche certificate da Coverciano, è un’occupazione in continuo divenire, in special modo per i nuovi metodi di allenamento, per la tattica , e tutto ciò che scaturisce da un aggiornamento continuo, per stare al passo con l’evoluzione del calcio.Drago era fermo da due anni dopo l'esonero di Cesena.

In un allenatore moderno la fanno da padrone la personalità e l’insieme delle abilità, ad esempio l’affiatamento del gruppo, la capacità di analisi, di osservazione e valutazione.In quali di queste abilità ha sbagliato Drago ? Hanno sbagliato i singoli calciatori nel non osservare i suggerimenti tattici del loro allenatore? C’è stato troppo fraseggio? Nella fase di possesso è mancata la verticalizzazione ? Sono mancate le geometrie?E’ mancata la motivazione,la molla, al gruppo per far bene? Le punte sono state servite poco e male? Sono stati gli infortuni a mettere in difficoltà l'allenatore amaranto ? Ci siamo posti questi interrogativi ai quali non sappiamo dare risposta univoca!

Certo Roberto Cevoli non ha bacchetta magica e in sole 3 partite  per rimettere tutto a posto e far risalire la china.Noi riteniamo rinforzi di Gennaio Farroni,Gasparetto,Bellomo e Strambelli e in prospettiva Seminara , Procopio e Martiniello per quel che fatto vedere a Rieti.