NON E' POSSIBILE CHIUDERE QUESTE NOTE SENZA RILEVARE...

20.09.2017 08:37 di Franco Cleopadre   Vedi letture
© foto di Sarah Furnari/TuttoLegaPro.com
NON E' POSSIBILE CHIUDERE QUESTE NOTE SENZA RILEVARE...

In veloce sintesi la partita Reggina-Matera,potrebbe definirsi  dai due volti. Primo tempo  predominio  della Reggina e secondo  di marca materana.

Nella prima frazione di gioco  la Reggina ha attuato la tattica che aveva preannunciato Auteri,tecnico del Matera:  "aggredire gli avversari  e andare in vantaggio".Ma così non è stato,avendo  gli uomini di Maurizi sfoderato  una prova ,a dir poco maiuscola ,per tutta la frazione , facendo prevalere  la forza della gioventù ai più quotati avversari.

Nei primi 45' di gioco la partita  è stata caratterizzata dal Matera che spingeva  sugli esterni di difesa,Angelo e Mattera  e dalla Reggina che puntava su Sciamanna con lanci lunghi ,che saltavano il centrocampo, avendo visto che Sciamanna era più veloce del suo angelo custode Scognamiglio .

E da un'azione di rimessa degli amaranto calabresi  nasce il goal che porta in vantaggio i locali.Siamo al 38' e a De Francesco perviene dalle retrovie  una palla, che il capitano  calabrese non esita a lanciare a Porcino, che pur inseguito da un difensore,  con un poderoso sinistro, riesce a battere  Golubovic. Qualche minuto dopo la Reggina  avrebbe potuto raddoppiare su lancio di Solerio per  il centro area avversario e Golubovic  para   il tiro  di Di Filippo.

Si chiude così il primo tempo e la Reggina lascia il terreno di gioco tra gli applausi del pubblico. Nella ripresa Stendardo viene sostituito da Sernicola  che al  52'  su calcio d'angolo di Strambelli pareggia le sorti dell'incontro. Ma in questa frazione di gioco si avverte che la Reggina è calata d'intensità.  A far gioco è il Matera che sfodera quanto si attendeva da essa, sin dal primo tempo.La Reggina  ha esaurito le risorse atletiche ed è alla merce degli avversari.  I calabresi avrebbero potuto raddoppiare al 72' se Scognamillo non avesse deviato un cross di Porcino per  Sciamanna.Ma  i reggini  ringraziano  la dea bendata quando al termine dei 5 minuti di recupero finali, Battista colpisce la base del  palo  di sinistra con  Cucchietti battuto.

In definitiva un punto guadagnato per tutte e due le formazioni che muove la classifica.

Non é possibile chiudere queste note senza rilevare la pochezza professionale dell'arbitro Sig.Proietti di Terni,un arbitro che  ha applicato il regolamento a fasi alterne, permettendo che gli uomini di Auteri impaurissero i giovani  amaranto  ,con un gioco duro fischiando per ogni intervento dubbio dei padroni di casa e sorvolando sugli interventi pesanti degli ospiti.Signori ,ci eravamo già lamentati  per la precedente partita interna con il Catanzaro e ribadiamo la protesta per l'incapacità di  un arbitro a essere equo .Arbitri come lui se ne trovano a iosa nelle partite tra scapoli e ammogliati.

 La Reggina  ha avuto accolta  la richiesta alla  lega  di spostare la partita di  Fondi  alle 14:30 invece delle 16:30, mentre il Matera farà visita a Monopoli l'attuale capoclassifica del girone. Del Matera ci è piaciuto Strambelli,mentre per la Reggina tutti bravi nel primo tempo per aggresività, geometrie  e impegno,mentre nel secondo tempo è calata tutta la squadra.