" LA COSA PIU' BELLA E' IL LEGAME CHE SI STA CREANDO TRA LA SQUADRA E LA TIFOSERIA , COSA CHE NON AVVENIVA DA ANNI ! VEDERE I GIOCATORI SOTTO LA CURVA OGNI FINE GARA E' UNO SPETTACOLO"

 di Franco Cleopadre  articolo letto 1499 volte
© foto di Federico De Luca
 " LA COSA PIU' BELLA E' IL LEGAME CHE SI STA CREANDO TRA LA SQUADRA E LA TIFOSERIA , COSA CHE NON AVVENIVA DA ANNI ! VEDERE I GIOCATORI SOTTO LA CURVA  OGNI FINE GARA E' UNO SPETTACOLO"

Secondo le aspettative ,il Catania avrebbe dovuto fare un solo boccone della Reggina, ma  certi  pronostici , specie in  politica, vengono smentiti  dagli exit poll , un minuto dopo la chiusura  dei seggi . E la rettifica è arrivata anche per i circa 250 tifosi catanesi , presenti  al Granillo dopo  8 anni. Credevano  di  brindare  al  ritorno , alla vittoria del Catania. Cari amici  ,per ora  "consolatevi"  non con stok,come un vecchio spot affermava,  ma  con  l'altro punto di penalizzazione che Il Tribunale Federale Nazionale – Sezione Disciplinare  vi  ha inflitto  per violazioni CO.VI.SO.C.

Non  che ci godiamo  delle vostre  disgrazie ,ma  insegnate al vostro  " girovago "  , redivivo Presidente  Pietro  Lo Monaco , che :  Quando una domanda non ha una risposta corretta, c'è solo una risposta possibile. Il silenzio.  

A Reggio quando una persona  accampa scuse per un non successo si dice che  : " Na teniu " ( non l'ha tenuta ) è così è capitato ieri a Rigoli e al Presidente del Catania, Lo Monaco, che non hanno  accettato la delusione del pareggio, conquistato  contro dei ragazzini .

Nel  pre partita  Rigoli  aveva messo le mani avanti affermando che  il fermo  settimanale ( ndr: rinvio della partita con il Fondi )  per la presenza del Presidente del Consiglio a Catania, li aveva danneggiati, e  a fine partita Lo Monaco  si è lamentato per il terreno di gioco...come se il Catania avesse giocato su un terreno e la Reggina 1914, su un altro , ...escludendo  l'inversione del campo nella ripresa....Queste barzellette, Presidente Lo Monaco, le vada a raccontare  alle scimmie del circo Togni... con la segreta speranza...che ci credano,....almeno loro ! 

Il direttore generale della Reggina 1914, Gabriele Martino,come riportato dal nostro direttore editoriale e responsabile, Giovanni Cimino, sul nostro sito, non gli ha fatto mancare la risposta   :  "Le dichiarazioni di Lo Monaco mi hanno offeso e quando vengono pronunciate è difficile chiedere scusa. Sapevo che il mio amico Lo Monaco avesse ricoperto tutti gli incarichi, da responsabile di settore giovanile alla Reggina  ( ndr : probabilmente assunto dallo stesso  Martino ) sino alla carica di amministratore delegato o presidente, ma non sapevo che facesse anche il fotografo (ha inviato al presidente di Lega Pro le foto del terreno del Granillo, ndr). Magari lui è abituato al Maracanà...Fossi in lui mi preoccuperei di vedere la mia squadra giocare così male e avere un allenatore che fa giocare una squadra così male, al cospetto di un centrocampo giovanissimo. Poi è più facile parlare di campo piuttosto che di calcio quando si ottiene un risultato negativo, ognuno interpreta la gara come meglio crede. Dispiace sicuramente quanto accaduto ad un loro tesserato e non ci sono giustificazioni, ma nel post-gara ci sono state molte stonature...Le chiavi dello spogliatoi ospite non le abbiamo, da dirigente di questo club mi sento offeso".

Il  Presidente Lo Monaco ha replicato oggi sul sito della società etnea, indirizzando la missiva al Presidente della Reggina 1914,  affermando tra l'altro  che  " Proverò  ad ingaggiare Martino   che dall'alto della sua onniscenza, provvederà a scegliere per me e per noi,Calcio Catania, tecnici ...". Da tifoso, suggerisco al Presidente Lo Monaco, di risparmiarsi questa ulteriore fatica,in quanto il direttore Martino, sta bene ,dove si trova.

 I RAGAZZI DI ZEMAN,CON IN TESTA  KOSNIC  E  GIANOLA, sono stati  sempre molto reattivi  e attenti . Avendo come punto di riferimento  in campo,  una  vecchia volpe ( Coralli ), ci hanno messo il cuore e l'anima , pur di pervenire al pareggio con Bangu al 33' della ripresa. Infatti Coralli ,eludendo la marcatura del centrale difensivo  , spizzica in area un pallone per Bangu ,che con un diagonale destro, insacca. Agli  amaranto il merito  di non aver  mollato ,dopo aver subito il goal ( 28' p.t.),sia mentalmente che fisicamente, cosa che non possono dire i nostri  avversari che specie nel secondo tempo, hanno abbassato il baricentro a difesa  dello striminzito goal di vantaggio. Poi non sì è capito perchè  Rigoli ha sostituito  al 64' Russoto ( il più incisivo dei suoi ) con De Grazia  e non Calil.

Non crediamo che tutti gli amaranto siano da podio. In difesa qualcuno sembra  un po'  stanco,  e fidiamo  che, al momento,  Maesano  potrebbe dare un maggiore apporto sulla fascia destra.  Ma ciò non toglie, che  siamo fermamente convinti  che questa squadra  ,con il trascorrere del minutaggio , non ci deluderà...non sottovalutando  che anche con il Catania,abbiamo avvertito  la mancanza  di tiri in porta, anche da fuori area, come Russotto   docet  al 7° della ripresa,con il palo sinistro  che ci ha salvati dallo 2-0.  Gli etnei  sono stati  più marpioni,non per nulla  la  rosa  in termini di valutazione  economica è seconda dopo il Lecce(5,70 mln) e il Catania 5,15 mln, mentre la Reggina scende a 3,15 mln.  In campo s'è visto  il divario  tra l'esperienza ( Catania)  e l'entusiasmo e le motivazioni giovanili ( Reggina914 ).In definitiva  il 4-3-3  di Zeman, ha prevalso sul 4-3-3- di Rigoli per intensità ed  elasticità. Dalla  Reggina , ci attendiamo meno tiki-taka , qualche tiro in porta in più, come  sopradetto.

 A fine gara  si  vedeva  da parte del tifo organizzato,  che quello che poteva sembrare un ' atteggiamento di contentezza  per la vittoria contro il Messina,  si è ripetuto contro il Catania.Gli amaranto a fine gara ,  si sono " beccati " gli applausi  della curva sud, segno  inequivocabile , del riacquistato  feeling  del tifoso   verso   la  squadra  e come ben dice il tifoso Salvatore Ruggiero    sulla nostra pagina  facebook,  " La cosa più bella è il legame che si sta creando tra la squadra e la tifoseria, cosa che non avveniva da anni! Vedere i giocatori sotto la curva ogni fine gara è uno spettacolo" e aggiunge   Ant Bar ...siamo rinati da poco...siamo ancora nella fase : primi passi...,dopo inizieremo a gattonare ...dopo correremo....o poi son caxxi per tuttiiiiiiiii