IL CORAGGIO HA FATTO UN PODEROSO BALZO IN AVANTI...

06.09.2017 10:26 di Franco Cleopadre   Vedi letture
© foto di Sarah Furnari/TuttoLegaPro.com
IL CORAGGIO HA FATTO UN PODEROSO BALZO IN AVANTI...

Anche io ero sfiduciato, dopo aver visto i nuovi quadri tecnici della Reggina.Il curriculum dei nuovi dirigenti non  alimentava  entusiasmo,ma...dopo la partita di coppa  con il Catanzaro, ho acquisito  coraggio che è aumentato dopo la sconfitta di Rende,dove la squadra non ha demeritato, e  le occasioni  da rete si sono presentate  da una parte e dall'altra.

Il coraggio ha fatto  un poderoso balzo in avanti ,sabato sera contro  i cugini catanzaresi...pardon ,contro i macellai catanzaresi ( senza  offendere la categoria ,ma  la cito  perché avvezza  a squartare pezzi di carne) , cosa  che le aquile catanzaresi,  hanno fatto con  Di Francesco prima e  Bianchimano poi nel corso della partita. Il comportamento in campo dei  " cugini" faceva a pugni con il comunicato che i due Presidenti-Praticò e Noto,avevano emesso congiuntamente .Leggendo quanto scrivevano ,sembrava  la corrispondenza  fra due  teneri  innamorati, che stride con la scazzottata che c'è stata nel sottopassaggio  tra il primo ed il secondo tempo ... ignorando  i contendenti  il comunicato...

 Capisco che  si trattava di un derby,ma  a ogni cosa c'è un  limite,abbondantemente superato in campo dagli uomini di Mr. Erra ,come ha varcato  il limite della sopportabilità ,il Sig. Alessandro Prontera  arbitro della sezione di Bologna,  che ha diretto ...alla Polifemo ...,avendo anche espulso nella rissa del sottopassaggio solo i reggini contrariamente a quanto afferma  il comunicato della lega : BASILE SALVATORE (REGGINA)
 perché, al rientro delle squadre in campo, nel tunnel di accesso al terreno di gioco, partecipava a una rissa tra alcuni tesserati delle due società (espulso).ZUDDAS VALERIO (REGGINA)
 perché, al rientro delle squadre in campo, nel tunnel di accesso al terreno di gioco, partecipava a una rissa tra alcuni tesserati delle due società (espulso).

Avevamo saputo degli scontri , ma non credevamo che il giudice sportivo intervenisse con mano così pesante contro , esclusivamente ,la Reggina assolvendo i catanzaresi per la rissa. Diceva negli anni 50/60 il famoso avvocato Carnelutti  che " NON E' POSSIBILE  DIVIDERE CON UN COLPO DI SPADA  IL DRITTO DAL TORTO",...cosa che hanno fatto  il Giudice Sportivo Sostituto Avv. Cosimo Taiuti, assistito dal Rappresentante dell'A.I.A. Sig. Roberto Calabassi, penalizzando solo la Reggina.

La nuova Reggina debuttava di fronte al pubblico amico ,e non era permesso a Sciamanna e C. di divorarsi la partita come  a Rende.

Il tifo locale  ,all'ingresso della squadra,  l'ha accolta con un grosso applauso d'incoraggiamento  il che stava a significare" fateci gioire". I ragazzi ,  si sono "caricati " e hanno risposto con l'ardore giovanile al gioco duro degli avversari,  contrapponendo freschezza atletica e  dinamismo  e anticipo  su ogni palla .

Infatti al 36' l'attaccante amaranto  Tulissi,pur se marcato da due avversari,  con una vivace azione , dalla sinistra dell'attacco amaranto,lasciava  partire un tiro a mezza altezza  che Sciamanna intercettava  al volo e spediva  in rete.Reggina /Catanzaro 1- 0.La rete , si spera, abbia sbloccato l'ex  Correggese, da più parti  indicato come il principale dissipatore della sconfitta  di Rende.

 La palla rotonda,però  ,ha fatto salire sul gradino più alto del podio,  Cucchietti,portiere reggino,  che già al 16' ,con un poderoso colpo di reni , ha negato la gioia del goal a Onescu. La partita procede con più infortuni a Bianchimano e dà ragione a  Maurizi quando afferma  che l'attaccante  ex Milan è una grossa risorsa  per la Reggina , anche se  è stato più volte  "massacrato" dai difensori catanzaresi  senza  che l'arbitro intervenisse . Infatti , abbiamo temuto  per la sua sostituzione dopo che al 18' Fortunato aveva sostituito De Francesco.

Nella ripresa  al 50' il reggino Gatti si rende responsabile di un fallo su Maita, che rivedendo il filmato, sembra più cercare il contatto con l'avversario  prima di ...tuffarsi . S'incarica del tiro Benedetti che con una parabola che va a completare la  fase discendente ... nel sacco... pareggia le sorti dell'incontro.Ma la Reggina non s'arrende e al 68' Mezzavilla ,ricevuta la palla da Bianchimano,  offre  in diagonale a Porcino la palla del 2-1.

Il Catanzaro avrebbe potuto pareggiare se al 92' Anastasi, ricevuto un cross da Maita ,Cucchietti   non avesse intercettato il tiro  mandando la palla a finire all'incrocio dei pali.

Apprendiamo che la Reggina ha ingaggiato  un match analyst  ovvero  un professionista che fa parte dello staff tecnico, con elevate abilità tattiche e competenze informatiche, tali da lavorare con software .informatici specifici, indispensabili allo studio video di una squadra o di una partita.
 

Per gli amanti delle curiosità,diciamo che SportItalia dovrebbe collegarsi  Venerdì 8 settembre alle 20:45 da Arezzo,  per  Arezzo-Pistoiese con inizio collegamento alle 20:00