DOPO LA VITTORIA A BISCEGLIE LA SALVEZZA E’ A UN TIRO DI SCHIOPPO

18.04.2018 12:10 di Franco Cleopadre   Vedi letture
© foto di Sarah Furnari/TuttoLegaPro.com
DOPO LA VITTORIA A BISCEGLIE LA SALVEZZA E’ A UN TIRO DI SCHIOPPO

Dopo la vittoria a Bisceglie la salvezza  della categoria , è a un tiro di schioppo. E’ pensabile che gli obiettivi che si era prefisso la società, appaiono ,seppur faticosamente, raggiunti.

La squadra , a tre giornate dal termine, occupa il 15° posto in classifica , anche se a pari punteggio con la Fidelis Andria(36 punti). Se come si spera, domenica  con inizio alle 16:30,dovesse vincere contro l’Akragas,  le probabilità di  mantenere la categoria passerebbero dalle attuali  55% al 100% dopo aver conosciuto l’esito dell’incontro Sicula Leonzio-Paganese .

La squadra catanese,allenata  dal vecchio idolo reggino,Aimo Diana,con il quale abbiamo rievocato a Saronno  ricordi amaranto, appare molto motivata  a gettare nella battaglia contro la Paganese ,quasi tutte le speranze ,per entrare nella griglia play off…,sperando in un successo dei padroni di casa, nello scontro  del derby, Juve Stabia -Casertana .

Vincendo la Sicula Leonzio,contro la Paganese  e la Reggina con l’Akagras ,i punti di distacco salirebbero  a sette e rimanendo solo due gare per la regular season ,i play  out li svolgerebbero solo Paganese e Racing Fondi.  

Ritornando alla partita con il Bisceglie ,rileviamo che i tifosi reggini presenti allo stadio “Gustavo Ventura”, sono stati  ripagati dalla prestazione della squadra ed hanno anche assistito  alle proteste  rivolte dalla gradinata  ai beniamini di casa, per la sesta sconfitta tra le mura amiche.

Ritornavamo a Bisceglie dopo il 22 .12.63 e la Reggina di Zavatti era scesa in campo con questa formazione :Persico,Bonari,Gatto,Gallusi,Errichiello,Smeriglio,Alaimo,Portelli,Ferrigno,Valsecchi,Costariol, con esito dell'incontro 1-1 con rete di Alaimo.

Le due squadre,edizione 2018, si sono affrontate a viso  aperto con il solito 3-5-2 Maurizi, al quale ha risposto Mancini con lo stesso modulo. Gli amaranto vi hanno messo  in campo qualcosa in più del cento per cento,meritano oltre la sufficienza anche se  su tutti sono emersi Marino e Cucchietti . Cucchietti  che si è fatto ammirare all’8’ per una  rasoiata di Dursi,ma nulla ha potuto al 20’ su quel sinistro di Risolo che ha pareggiato le sorti dell’incontro . La Reggina era andata in vantaggio qualche istante prima con Sciamanna su traversone di Giuffrida per Sciamanna, il cui tiro respinto dal giovane portiere Vassallo, era andato  a finire sui piedi di Sciamanna  che non ha  avuto difficoltà a realizzare la sua terza rete stagionale . Ma la squadra calabrese non ha demorso .Sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da La Camera, torna in vantaggio  al 38' con un stacco di testa di Pasqualoni che realizza la sua prima rete  in amaranto. Per i minuti restanti del primo tempo  i pugliesi  cercano di pareggiare le sorti dell’incontro, e per tutto il secondo tempo le occasioni non mancano, ma  i neroazzurri  appaiono sciuponi ,con particolare riferimento a Montinaro che al 59’ calcia fuori un rigore in movimento.  Sul finale  si assiste ad un forcing intenso dei padroni di casa,ma la Reggina porta a casa i tre punti ed ipotizza la permanenza in serie C. Anche noi vogliamo premiare il supertifoso amaranto Tommaso Buffon, pubblicando la foto che lo ritrae  nel momento della premiazione,in occasione della partita con il Lecce, dal Presidente Pratico,  per il vile attentato subito a Siena dove si era recato per seguire la Viola basket.