CATANIA -REGGINA :E' IPOTIZZABILE CHE GLI UOMINI DI CEVOLI...

14.05.2019 18:24 di Franco Cleopadre   Vedi letture

Forse il vantaggio di avere a favore due risultati su tre ha giocato un brutto scherzo alla Reggina contro il Monopoli.

La squadra è scesa in campo ,contratta . Immaginabili  le insidie che si mascheravano dietro questo lieve vantaggio, ma non a questo punto. La formazione dell’ex Scienza, (ha militato nella Reggina ,da calciatore, nella stagione 90/91),  ha padroneggiato il primo tempo con l’occupare zone di campo, lasciati liberi, per forza di cose, dagli amaranto, con probabili migliori geometrie in testa. Si sentivano sicuri dopo il goal di Scoppa realizzato al 37’ del primo tempo, per erronea posizione della barriera calabrese al punto di adottare la strategia del perdere tempo ad ogni contatto con gli amaranto, compreso Pissardo,( portiere del Monopoli ) che è stato ammonito  al 49’ . Anche se  questa strategia si è trasformata in un boomerang, quando Ungaro con un magistrale sinistro ha violato la porta al 79’ e a nulla sono serviti i sei minuti  concessi  dall’arbitro Cipriani di Empoli, come recupero di fine partita.

Tutto lo stadio non ha mai smesso  di incitare i propri beniamini compresa  la magnifica curva sud, che ha preparato un telone  di circa (50 x 20) m, anche quando Confente è rimasto ad osservare il destro di Scoppa sul suo angolo, (di certo per cattiva  disposizione della barriera, composta da 4/5 uomini o perché era coperto da un nugolo di compagni e avversari ) .L’urlo del Granillo del  goal di Ungaro ,l’anno sentito da Villa San Giovanni ,tanto è  stato possente, quando,il pupillo di Cevoli,ha superato con una perfetta parabola alla destra di Pissardo  che è andata a depositarsi in rete all’incrocio dei pali .

Indescrivibile l’atmosfera e la coreografia che si respirava domenica sera al Granillo. Il clima festoso mi ha fatto ritornare indietro di circa 10 anni, quando c’erano partite di cartello.La gente spensierata e donne con fischietti e bambini, con i colori amaranto che incitavano la squadra. Già dalle 18,00 il piazzale botteghelle era pieno di macchine e man mano che lo stadio si riempiva, aumentava lo sventolio di bandiere.

Siamo attesi per domani alle 20:30 a Catania  . Il Catania ha il vantaggio di contare su 2 risultati su tre per passare il turno, ed è ben riposato ,dopo che la Reggina ha disputato la partita con il Monopoli 72 ore prima, con grande spreco di energie fisiche e mentali, però è ipotizzabile che gli uomini di Cevoli INGRANINO IL TURBO.

 E’ questa la partita per la tifoseria rossazzurra molto attesa, dopo che l’anno scorso il proseguo dei play off,fallì per 3-4 nei calci di rigore con il Robur Siena. A Catania nella regular season perdemmo per un errore involontario di Confente. L’anno scorso per la partita di play off,contro il Robur Siena  a Catania  c’erano circa 20 000 persone e Solini con il suo Siena la vide dalla panchina. Domani sera con la Reggina la vivrà da protagonista,con i due volponi ,Lodi e Bellomo. Si era ipotizzato di mettere un maxi schermo a Piazza Duomo  a Reggio, ma l’idea è superata e ogni tifoso amaranto può seguire tranquillamente la partita sul canale 60 del digitale terrestre sulla piattaforma Sportitalia con collegamento alle ore 20:30