A CATANIA LA CAMPAGNA ABBONAMENTI CHIUDE IL 27 SETTEMBRE

 di Franco Cleopadre  articolo letto 1023 volte
© foto di Dario Fico/TuttoSalernitana.com
A CATANIA LA CAMPAGNA ABBONAMENTI CHIUDE IL 27 SETTEMBRE

La  nuova  Reggina Calcio,presieduta da Mimmo Praticò, apre un nuovo ciclo per il calcio a Reggio.Sull'onda dell' entusiasmo determinato dopo la bella prova contro il Messina,abbiamo raccolto il pensiero di alcuni reggini, sparsi per l'Italia e tra questi FRANCO CACCAMO -GIORNALISTA A TRIESTE, FRANCO LEOTTA, CARDIOLOGO A VENEZIA E PADOVA E BENVENUTO CUCINOTTA,DOCENTE IN PENSIONE A CAGLIARI.

CACCAMO  "Il calcio professionistico a Reggio è di nuovo realtà e non chiamatelo più ripescaggio, ma il riconoscimento di quanto conquistato sul campo grazie alla doppia vittoria, nel derby contro il Messina, di due campionati fa.

E’ tornata la Reggina, quella fondata nel 1914, quella Reggina che è stata vanto ed orgoglio di una provincia intera e che da oggi, grazie alle energie profuse dal nuovo presidente Mimmo Praticò e da coloro che lo hanno sostenuto, proverà a rilanciarsi nel calcio che conta. Certo, sarà un cammino lungo e pieno di ostacoli, ma le basi sono state gettate complice la competenza del direttore Gabriele Martino, il quale è riuscito a costruire una buona squadra riallacciando contatti con i club più titolati, prelevando calciatori di sicuro avvenire, per metterli a disposizione del mister Karel Zeman, figlio d’arte ,di un grande quanto discusso allenatore. Sarà lui a cercare di plasmare al meglio la rosa, per garantire un campionato senza sofferenze, troppe negli ultimi anni, e magari togliersi delle belle soddisfazioni.

La nota non proprio positiva, invece, arriva dai tifosi: il numero di abbonamenti sottoscritti, 2.500 circa, resta inferiore alle attese e soprattutto non risponde a quanto da molti sbandierato ai quattro venti, mi riferisco a coloro che chiedevano a gran voce la testa di Lillo Foti prima di rimettere piede al Granillo. L’obiettivo di raggiungere una quota più consistente non era surreale, sarebbe stato il giusto riconoscimento al lavoro svolto, con passione ed amore per questi colori. L’aspetto positivo è stato poter rivedere la “curva più bella d’Italia” gremita, festosa e capace di spingere gli amaranto verso nuove conquiste. L’ennesima e meritata vittoria, ottenuta nel derby dello stretto, è valsa a cementare un rapporto fondamentale tra squadra e tifosi, gli stessi a cui verosimilmente sarà vietato, in più circostanze, di seguire la Reggina in trasferta, così come successo ai messinesi la scorsa domenica. Ah…la tessera del tifoso…"

 

CUCINOTTA : "Vivo a Cagliari  da circa 50 anni e manco da Reggio  da 20 anni, ma tutte le settimane cerco  il risultato della Reggina.Seguo anche il Cagliari e lo sento anche mio , non solo perché milita in serie A, ma anche perché  allenato da Rastelli,  ex calciatore della Reggina.

Non speravo di vedere rinascere tanto presto,il calcio a Reggio,... dopo aver toccato il fondo. Evidentemente s'è creato un buon gruppo dopo il flop  della passata gestione e ciò  mi ha stimolato a fare l'abbonamento a sportubetv, per le partite in casa  e fuori. Conosco la rivalità sportiva  tra Reggio e Messina , e quanto noi reggini ci teniamo a vincere il derby ...anche se sono figlio di un messinese . Domenica a parte il risultato ,ho visto una squadra,tonica,viva, molto ben messa in campo, battagliera su ogni palla ed ho apprezzato molto Oggiano che si è assunto la responsabilità di calciare il rigore. La prossima in casa sarà mercoledì  14 con il Catania e gli etnei sono in cerca della prima vittoria fuori casa .Speriamo che la nuova Reggina   continui su questo ritmo  ...affinchè , possa rivedere Cagliari-Reggina."    

 LEOTTA-  "I cabarettisti  Auspici e Polimeni, nelle loro trasmissioni   fanno vedere spesso una Signora anziana che afferma  : Ieu a Reggina l'haiu nto cori ( Io,la Reggina c'è l'ho nel cuore ) ed io in omaggio alla mia professione, non riesco a staccarmi dall'idea di vedere la mia squadra del cuore, sempre più in alto. Ho fiducia in Karel Zeman, che l'anno scorso allenava l'Abano. Quando a Febbraio  è venuto a Venezia , l'1-1- l'abbiamo tirato con i denti. Peccato , che questi giorni che sono a Reggio,forse non riuscirò a vedere la partita con il Catania. Domenica, ad Agrigento, tutti attendiamo la conferma della bella prova contro i cugini messinesi. Mi dispiacerebbe se tutto l'entusiasmo manifestato  con  il Messina, non si dovesse tradurre in crescita anche da parte della società, con il rafforzamento della squadra, pescando tra gli svincolati, di cui il mercato abbonda, il che significa  riapertura della campagna abbonamenti, pensando anche che a Catania ,la campagna abbonamenti si chiude il 27 settembre .CARPE DIEM ".